Cerca

Giorno decisivo

Processo Yara, guai per Bossetti: la corte respinge le perizie su dna e telecamere, sì alle lettere con la detenuta

Processo Yara, guai per Bossetti: la corte respinge le perizie su dna e telecamere, sì alle lettere con la detenuta

I giudici di Bergamo hanno rigettato tutte le perizie chieste dalla difesa di Massimo Bossetti, accusato dell'omicidio di Yara Gambirasio, ma hanno acconsentito ad alcune richieste integrative di prova documentale tra cui le lettere che l'imputato ha scambiato in carcere con una detenuta. Secondo gli avvocati doveva essere una giornata decisiva, per le sorti dell'operaio di Mapello, e forse lo sarà ma in negativo.

Il dna, le telecamere, i tessuti - In particolare, la Corte d'Assise ha respinto la perizia relativa al Dna trovatosi sugli indumenti della vittima 13enne. Una traccia genetica mista su cui, secondo la difesa, c'erano delle "anomalie", rendendo di fatto necessari ulteriori approfondimenti. Tesi non condivisa dall'accusa e ora anche dalla Corte presieduta da Antonella Bertoja. La Corte ha precisato in merito alla perizia relativa al Dna che l'approfondimento chiesto dai difensori "non è decisivo" così come non è decisiva la perizia relativa all'allineamento delle telecamere ritenuta "superflua". Per i giudici sono altrettanto "superflue" le perizie chieste su sfere e fibre trovate sul corpo della vittima "perché trascorso troppo tempo dalla morte della 13enne". In merito all'ultima perizia richiesta dalla difesa e dall'accusa di approfondimenti medico-legali, secondo la Corte "è già stato assodata l'impossibilità dato il tempo trascorso dal momento della morte a quello del ritrovamento di Yara di acquisire ulteriori elementi". Anche quest'ultima perizia dunque risulta per i giudici "superflua".

Le lettere (hard) con la detenuta - I giudici di Bergamo hanno invece concesso l'acquisizione delle lettere tra l'imputato e la detenuta Gina. Acquisizione di documenti che deve riguardare "tutte le lettere nella disponibilità delle parti". Sono stati ammessi come nuovi elementi di prova anche alcune slide fornite dai carabinieri relative alla indagine sulla morte della 13enne di Brembate, mentre sono state respinte altre richieste di prova documentale avanzate dai legali dell'unico imputato in carcere per il delitto di Yara.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • iuventinos

    30 Aprile 2016 - 19:07

    guarda che le prove sono zero + zero e un dna non possibile in natura svegliati. tutte prove fasulle . ma i giudici sono giudici sono chi ha fatto le indagini che dovrebbero essere messi in castigo che ne hanno fatto di cotte e di crude in questo processo...... una vergogna inaudita dall inizio alla fine..........indagini da bambini dell asilo infantile ... e questi sarebbero difensori del popolo

    Report

    Rispondi

  • nick2

    23 Aprile 2016 - 10:10

    1/2 Rossini, Lombardi, non siate ridicoli. Dal DNA prelevato dai leggings di Yara si è scoperto inequivocabilmente che Bossetti è figlio di Guerinoni, quindi cercare di dimostrare l’inattendibilità di questa prova è una mossa disperata della difesa. Tutte le altre prove, che vanno dalla presenza del muratore nella zona di Yara al momento della sua scomparsa, alla presenza di fibre del sedile…

    Report

    Rispondi

    • iuventinos

      30 Aprile 2016 - 19:07

      essendo risultato che è figlio di guerinoni non chiarisce niente anche perchè i ris non hanno fatto la comparazione guerinoni bossetti per il semplice motivo che non è lui l assassino perche è stato cremato te lo sei chiesto ?tutte le altre prove ??al momento che spari yara lui era risultato che prendeva la cella di casa e quella di yara alle 18e 55 una cella verso almenno tutto all opposto...

      Report

      Rispondi

  • nick2

    23 Aprile 2016 - 10:10

    2/2 …di un furgone uguale a quello di Bossetti su Yara, se vengono prese una per una non sono determinanti, ma messe insieme alla prova regina del DNA indicano Bossetti colpevole al 99,9 periodico percento. Criticare l’operato dei giudici non è corretto. Che dovrebbero fare? Voi avreste voluto un assassino musulmano, ma, a volte, anche i padani possono essere dei mostri. Fatevene una ragione…

    Report

    Rispondi

  • rossini1904

    22 Aprile 2016 - 20:08

    Sentite quali sono le mie previsioni. La sentenza è stata già scritta e sarà di condanna. La Corte farà di tutto per parare le chiappe della PM. In appello verranno ammesse le perizie oggi rigettate e Bossetti sarà assolto. La faccia della PM sarà salva (una condanna in primo grado e una soluzione in appello fanno zero a zero), un probabile innocente eviterà la condanna e tutti saranno contenti.

    Report

    Rispondi

blog