Cerca

La storia

Religioso, fuga d'amore con la volontaria. Scappa con il malloppo: quanto ha rubato

Religioso, fuga d'amore con la volontaria. Scappa con il malloppo: quanto ha rubato

Il rettore camilliano del centro di prima accoglienza per poveri ed emarginati Casa Sollievo di San Camillo di Acireale, nel catanese, sarebbe fuggito con una volontaria della struttura e 27.900 euro dell'ente di beneficenza. L'uomo è un 44enne originario del palermitano appartenente all'Ordine dei Chierici Regolari Ministri degli Infermi. A presentare nei suoi confronti, per conto dei religiosi camilliani, una denuncia, "per una condotta appropriativa", alla Procura della Repubblica di Catania è stato il legale del Centro, l'avvocato Giampiero Torrisi. "Sono molto amareggiato. Posso comprendere le fragilità umane, ma sono amareggiato per questo gesto un po' nascosto, di questo appropriarsi. Non è proprio per niente bello" ha detto il vescovo della Diocesi di Acireale, Mons. Antonino Raspanti, precisando però di "non avere giurisdizione sui Camilliani, con i quali, essendo sul territorio, la Diocesi si coordina in merito ad alcune attività".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lepanto1571

    25 Aprile 2016 - 10:10

    O sono pedofili o si f...tono le donne.Parassiti, dovrebbero lavorare in miniera..!

    Report

    Rispondi

  • filen

    filen

    24 Aprile 2016 - 14:02

    Li ho sempre considerati venditori di fumo e culattoni e per me resteranno tali

    Report

    Rispondi

blog