Cerca

La tecnica

L'ultima tecnica per fregare gli automobilisti: il metodo del "buon padre": come ti rubano tutto

L'ultima tecnica per fregare gli automobilista: il metodo del "buon padre": come ti rubano tutto

C'è un nuovo raggiro cui bisogna stare attenti. L'ultima trovata dei malviventi ai danni degli automobilisti. Il metodo per ora si è diffuso nella provincia napoletana: è il metodo del del "buon padre di famiglia" e viene messo in atto in diversi modi. Nella prima, la vittima viene leggermente tamponata, poi l'auto dei truffatori accelera e la fa accostare. Nell’auto dei truffatori oltre al guidatore c'è anche un bambino. Il piccolino crea fiducia nella vittima designata, ma proprio in quel momento il truffatore la minaccia con un coltello o una pistola e la rapina.

 
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • SofiaCorradina

    10 Maggio 2016 - 10:10

    Sono pienamente d'accordo con aaronrdod. L'assenza della certezza della pena, ha annullato la deterrenza favorendo la parte piu` marcia della specie. Ho visto a Caivano. Pregiudicati in semiliberta` intrecciati e imparentati fra di loro con famiglie slargate. Se stessero in galera, per i molti anni che meritano, forse i bimbi non sarebbero morti e i principi morali sarebbero piu` saldi

    Report

    Rispondi

  • aaronrod

    09 Maggio 2016 - 22:10

    io lo rendo invalido. Poi se il giudice mi condanna ce n' è pure per lui. È ora di finirla con sti delinquenti che la passano sempre liscia per le nostre leggi del menga. Penso che la politica si sveglierá nel momento in cui verrá una sommossa popolare!

    Report

    Rispondi

  • filen

    filen

    09 Maggio 2016 - 18:06

    Tanto per cambiare nel napoletano ecco dove eccellono loro

    Report

    Rispondi

  • gescon

    09 Maggio 2016 - 11:11

    Caso di legittima difesa anche fuori dell'abitazione. A quei vermi è lecito rispondere in qualsiasi modo. Ingrana la marcia ed investilo.

    Report

    Rispondi

blog