Cerca

Il caso

Scuola elementare organizza gita in moschea, i genitori si oppongono

Gita in moschea

Sanremo, la scuola elementare “Rodari” organizza una gita scolastica. Destinazione moschea. Undici famiglie dicono “No”, ma la scuola ci andrà lo stesso. Così la gita si trasforma in un vero e proprio caso politico. Tutto è partito dall’invito della moschea “Al Hidaya” alle insegnanti di religione della vicina scuola elementare a portare gli alunni in visita "per spiegare la cultura e la religione islamica". La proposta era stata accolta con favore dalla direttrice dell’istituto scolastico. Tuttavia, una volta richiesta l’autorizzazione ai genitori dei bambini, sono arrivati undici sonori no da altrettante famiglie. In un caso, un genitore ha addirittura aggiunto "permesso negato per motivi religiosi" ala richiesta negata sul diario del figlio.

El Mostapha Amri, il presidente del centro islamico, ha accolto con dispiacere il rifiuto, spiegando che i bimbi avrebbero dovuto osservare alcune regole di base, come quella che impone di togliersi le scarpe, ma ha anche precisato che in nessun caso sarebbe stato richiesto alle bambine di velarsi il capo. Dispiacere condiviso anche dalla scuola “Rodari”, i cui responsabili non si danno per vinti: nonostante l’amarezza per gli undici rifiuti, hanno assicurato che gli altri alunni andranno comunque in gita e che "ci sarà modo di rielaborare il tutto in aula."

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • perseveranza

    11 Maggio 2016 - 11:11

    No ai crocefissi in aula, no ai canti natalizi, no al presepio, no alle benedizioni a scuola ....e la "gita" educativa in moschea si???? In Italia c'é un mondo alla rovescia.

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    11 Maggio 2016 - 08:08

    Direttori dida

    Report

    Rispondi

  • Satanasso

    10 Maggio 2016 - 15:03

    AHAHAHAHAAAAA....SOLO NEL NORD POSSONO SUCCEDERE STE' COSE !

    Report

    Rispondi

blog