Cerca

La nuova legge

Sesso in carcere, arrivano le stanze dell'amore. In cella con il partner: come funziona

Sesso in carcere, arrivano le stanze dell'amore. In cella con il partner: come funziona

Entro la prossima estate per i detenuti italiani potrebbe arrivare un nuovo servizio dedicato alle coppie. La burocrazia le chiama "spazi per la cura degli affetti", nella pratica scrive il Tempo, sono "stanze dell'amore", luoghi in cui il detenuto, uomo o donna, potrà riservarsi un po' di intimità con il partner. La novità è contenuta un ddl che affida al governo il compito di modificare il "codice penale e il codice di procedura penale per il rafforzamento delle garanzie difensive e la durata ragionevole dei processi nonché l'ordinamento penitenziario per l'effettività rieducativa della pena". La pratica per ora è in discussione in commissione Giustizia del Senato, ma sarà presto licenziata considerando che la legge è attesa da almeno trent'anni e l'Italia al momento è uno dei 16 Paesi su 47 dell'Ue a non essersi ancora espressa nel merito.

Come funziona - Nei Paesi Ue dove già esistono le love rooms per detenuti, questi possono trascorrere anche un weekend intero, ospitando il partner dentro al penitenziario. Il "servizio" esiste già in Olanda, Germania e Spagna, per citarne alcuni, ma anche in Europa dell'est, dove però le stanze non sarebbero proprio il top del romanticismo. E dal sindacato della polizia penitenziaria già parte la battaglia per frenare il provvedimento: "Non vogliamo fare i guardoni di Stato".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blues188

    16 Maggio 2016 - 09:09

    La vera alternativa seria, dopo aver stabilito che una persona è colpevole, sono i lavori forzati. Il resto è solo mentalità comunista e sfascista

    Report

    Rispondi

blog