Cerca

Alla Conferenza episcopale

Il Papa: "La Chiesa si liberi dai beni materiali"

Il Papa: "La Chiesa si liberi dai beni materiali"

Vendete tutti, vendete tutto. Potrebbe essere questo lo slogan di quanto suggerito oggi da papa Francesco alla Chiesa italiana. Richiamando a una maggiore sobrietà, nel corso della Conferenza episcopale italiana,  il Papa ha invitato a liberarsi dai beni materiali: "Nella vostra riflessione sul rinnovamento del clero rientra anche il capitolo che riguarda la gestione delle strutture e dei beni economici: in una visione evangelica, evitate di appesantirvi in una pastorale di conservazione, che ostacola l’apertura alla perenne novità dello Spirito. Mantenete soltanto - ha raccomandato - ciò che può servire per l’esperienza di fede e di carità del popolo di Dio". Un suggerimento che però, se accolto per quanto riguarda i beni immobili della Chiesa, potrebbe avere pesantissime conseguenze sul mercato. Considerato che, secondo stime, gli immobili di proprietà della Chiesa (edifici religiosi esclusi) ammonterebbe a 4 miliardi di euro di controvalore, appare evidente come il mercato immobiliare della Capitale uscirebbe di fatto distrutto se il suggerimento del Papa di vendere fosse effettivamente accolto dalla Cei.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bettym

    17 Maggio 2016 - 10:10

    La Chiesa dovrebbe vendere gran parte del suo patrimonio e con quei soldi: 1.Pagare la mensa scolastica alle scuole elementari (quelli italiani compresi...) 2.Asili nido e materne gratuite per tutti i bambini appartenenti a famiglie disagiate (..italiani in primis) 3.assistenza gratuita alle famiglie bisognose (..italiane in primis)

    Report

    Rispondi

  • Carolinas

    17 Maggio 2016 - 07:07

    Non succederà mai, figurati...... La chiesa senza proprieta

    Report

    Rispondi

  • fra.schi

    17 Maggio 2016 - 07:07

    Se la Chiesa vuole essere povera, nessuno dia più l'8 per mille al Vaticano.

    Report

    Rispondi

blog