Cerca

La reazione

Unioni gay, anche Papa Francesco si ribella. Libertà di boicottaggio: che ha detto

Unioni gay, anche Papa Francesco si ribella. Libertà di boicottaggio: che ha detto

Su temi come le Unioni civili "tocca al Parlamento discutere, argomentare, spiegare, ragionare". Lo riconosce Papa Francesco in un’intervista al quotidiano cattolico francese La Croix. Ma, aggiunge Francesco: "una volta che la legge è approvata, lo Stato deve rispettare le coscienze. In ogni struttura giuridica, l’obiezione di coscienza deve essere presenta perché è un diritto umano. E questo vale anche per un funzionario del governo, che è una persona umana. Lo Stato deve anche rispettare le critiche". Secondo il Papa, in sostanza: "uno Stato deve essere laico. Gli Stati confessionali finiscono male. Vanno contro la storia", ma, conclude con una "piccola critica" alla Francia, bisogna stare attenti a non "esagerare con la laicità".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rocc

    19 Settembre 2016 - 20:08

    comunque di fronte ai gay il papa come noto ha detto: chi sono io per giudicare? (tu sei il papa, avrebbero dovuto dirgli)

    Report

    Rispondi

  • Ben Frank

    Ben Frank

    17 Maggio 2016 - 20:08

    Francisco teme che i suoi preti potrebbero sposarsi tra di loro...

    Report

    Rispondi

blog