Cerca

Il ritorno

L'editoriale di Vittorio Feltri: Pane al pane, vino al vino

7
L'editoriale di Vittorio Feltri: Pane al pane, vino al vino

Rieccomi. Chi non muore si rivede. I lettori di Libero, che fondai nel 2000, mi conoscono e sanno cosa si possono aspettare da me: sbalzi di umore e molti malumori, nessun inchino al potere politico e qualche impuntatura. Quando lasciai la direzione nell' agosto 2009, gli acquirenti giornalieri di questo quotidiano erano suppergiù 120 mila. Oggi sono molti di meno, perché il mondo è cambiato mentre la stampa è sempre la stessa. Se aggiungiamo alla crisi strutturale del settore informativo l' esplosione del cosiddetto web, si comprende perché l' espansione diffusionale si sia ridotta. Si è ridotta per tutti, per Libero meno rispetto ad altri media cartacei.

Continua a leggere l'editoriale di Vittorio Feltri
su Libero in edicola oggi o acquista una copia digitale  

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • leghistamonzese

    19 Maggio 2016 - 16:04

    Bentornato a casa Tua Vittorio. saludos y suerte dal Nicaragua.

    Report

    Rispondi

  • 19 Maggio 2016 - 15:03

    Finalmente si finirà di spargere fango e odio,se fosse così ritornerò a leggere il quotidiano.

    Report

    Rispondi

  • ninosiciliano13

    19 Maggio 2016 - 14:02

    Alcuni commenti nei talk delLa7 non mi sono piaciuti perché troppo sdraiati sul potere.Spero che non succeda sulla carta stampata perché qualche copia (compresa la mia) verrà persa.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media