Cerca

Dossier previdenza

Pensioni: via dal lavoro prima riscattando la laurea

Pensioni: via dal lavoro prima riscattando la laurea

Una nuova forma di flessibilità entra nel dossier pensioni che è al vaglio dell'esecutivo. Come riporta il Corriere della Sera, si tratta del "riscatto della laurea", ovvero del versamento dei contributi per gli anni passati all'Università in modo da avvicinare il momento della pensione. L'ipotesi è quella di rendere flessibile il riscatto potendo scegliere non solo il numero di anni da recuperare, ma anche la somma da versare come contributi e quindi l'effetto sull'assegno futuro.

Chi oggi è vicino dalla pensione e chiede il riscatto della laurea di solito si vede presentare un conto parecchio salato. E questo perché il calcolo viene fatto sulla base del suo stipendio attuale che, a fine carriera, tende a essere più alto. Chi chiede il conteggio, quindi, spesso rinuncia all'operazione e resta al lavoro fino alla scadenza naturale. Rendere flessibile il riscatto significa slegare la somma da pagare dallo stipendio attuale, considerarla un versamento volontario di contributi. La strada potrebbe essere interessante per chi preferisce lasciare il lavoro prima, anche accettando un assegno più basso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • megabrilli

    24 Maggio 2016 - 16:04

    Ma se aumentano la minima a tutti compresi quelli che non hanno mai versato un Contributto. .per esempio tutti gli extracomunitari che vengono ricongiunti per finta..vengono i Italia solo a prendere la pensione e poi vivono benissimo nel loro paese a spese nostre ............anche a questi spetterà l aumento di 80 euro?????

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    24 Maggio 2016 - 15:03

    Ritengo che il popolo Italiano è in uno stato psicologico di sottomissione a questa massa di cialtroni di politici. La gente ha versato per anni i contributi, lo Stato utilizzando i soldi per altri scopi se li sono mangiati ed ora siamo ancora noi a doverci rimettere ? Cari signori, bisogna fermare questa gestione irresponsabile. Bisogna aver il coraggio e dire BASTA, ci avete rubato a sufficienza

    Report

    Rispondi

  • infobbdream@gmail.com

    infobbdream

    24 Maggio 2016 - 14:02

    bravi, i laureati riscatano la laurea? e chi non ha potuto laurearsi per motivi familiari che casso riscatta??questi fortunati, oltre ad aver avuto una vita agiata con uno stipendio doppio se non quadruplo o di più rispetto la media, aversi fatto vacanze, auto bellissime, case da sogno e tante tante feste alla berlusconiana follia, ora si vedono agevolare anche per la pensione, sempre più schifo.

    Report

    Rispondi

    • antobene580

      25 Maggio 2016 - 01:01

      Io sono laureata.lavoro come impiegata da 36 anni e non ho villa né ferrari ne faccio viaggi da favola ai Tropici

      Report

      Rispondi

blog