Cerca

La grande fuga

Napoli, estremisti islamici lasciano l'Italia: il cavillo che li salva

Napoli, estremisti islamici lasciano l'Italia: il cavillo che li salva

Dieci estremisti islamici condannati per terrorismo hanno, e questo ha dell’incredibile, lasciato l'Italia per un cavillo normativo: dopo quattro anni non è stata ancora fissata la data di inizio del processo di secondo grado. L'allarme arriva dal capo della Procura napoletana Giovanni Colangelo.

La storia - La vicenda riguarda gli algerini accusati di legami con il gruppo salafita Hijra w'al Takfir, esilio e anatema. In primo grado ci furono numerose condanne: era l'8 luglio 2011, poi le motivazioni della sentenza furono depositate dopo quasi un anno e da allora più niente. Se si pensa che le indagini risalgono a una quindicina di anni fa e che alcuni arresti sono stati fatti nel 2004, allora si capisce come l'allarme del procuratore sia più che fondato, con la lentezza dei processi infatti, il rischio di fuga diventa sempre più credibile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • zefleone

    14 Luglio 2016 - 15:03

    Quei giudizi devono essere licenziati e presi a calci in culo. Nomi e cognomi e foto di quei miserabili incompetenti. Quando si dice che la giustizia è una fognatura a cielo aperto si dice la realtà ecco un dei tantissimi fatti di incompetenza e cialtroneria della giustizia

    Report

    Rispondi

  • albaval

    14 Luglio 2016 - 15:03

    Invitate la Boldrin i, risolverà tutto

    Report

    Rispondi

  • oenne

    31 Maggio 2016 - 17:05

    nomi e cognomi dei giudici coglioni che errano come vogliono con le loro assurde interpretazioni di leggi _ oenne

    Report

    Rispondi

  • gescon

    28 Maggio 2016 - 21:09

    Ma quelli alla fine del mese si ricordano di ritirare i non modesti stipendi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog