Cerca

Schifo

Ricerca Usa, piscine: quanti escrementi ci sono nell'acqua

Ricerca Usa, piscine: quanti escrementi ci sono nell'acqua

C'è chi le frequenta abitualmente tutto l'anno e chi, invece, solo in estate, per rinfrescarsi prendendo il sole e farsi una nuotata. Ma le piscine, vasche d'acqua con modesto ricambio e frequentate, in molti casi, da centinaia di persone al giorno, nascondono minacce potenzialmente gravi per la nostra salute. Il primo pensiero va alla pipì. L'idea che nell'acqua ci sia una sostanza che prende colore a contatto con l'urina, è per lo più una leggenda. Tanto che, secondo il Comitato Statunitense per la Salute dell'acqua, ripreso dal sito metro.co.uk, un americano su cinque ammette di fare regolarmente pipì in vasca quando si reca in piscina.

Ma lo schifo aumenta se si considera lo studio del centro per il controllo delle malattie, il Centre for disease control di Washington, per il quale il nuotatore medio si alleggerisce di almeno 0,14 grammi di materia fecale nei primi 15 minuti circa in cui entra a contatto con l'acqua della piscina. Il quantitativo può aumentare sensibilmente se l'individuo in questione non ha l'abitudine di lavarsi le parti intime dopo aver defecato.

Nonostante la credenza diffusa, il cloro non è in grado di debellare tutti i batteri presenti nell’acqua della piscina e comunque il processo non è immediato; il rischio è dunque quello di portarsi a casa alcuni germi responsabili dei principali virus intestali, come ad esempio la diarrea. Il CDC, Centers for Disease Control and Prevention, ha registrato un aumento negli ultimi dieci anni di queste patologie, dovute soprattutto alla contaminazione dell’acqua; in alcuni campioni è stata addirittura rinvenuto il batterio E. Coli, che confermerebbe la presenza, anche minima, di escrementi nel cloro.

Infine, basta pensare all’odore pungente delle piscine che, in realtà non è dovuto all’azione igienizzante del cloro o, meglio, non solo a quello: la tipica profumazione dipende infatti da un mix di cloro, urina e altri batteri, e sarebbe lo stesso che, secondo gli ultimi rilievi scientifici, provocherebbe il fastidioso prurito agli occhi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • infobbdream@gmail.com

    infobbdream

    30 Maggio 2016 - 20:08

    sempre odiate le piscine, per me sono e restano un brodo di cottura

    Report

    Rispondi

  • chihuahua

    30 Maggio 2016 - 19:07

    beh, parliamo sempre di americani........

    Report

    Rispondi

    • chihuahua

      30 Maggio 2016 - 21:09

      viktor campus, minuscolo voluto, da come scrivi, tu una statistica non sai neppure da dove cominciarla, comunque i PADANI e non padagni, e parlo per la regione Lombardia, saranno anche di merda ma sono quelli che mandano a Roma, 54 miliardi di euro l'anno. Per il resto che hai scritto non meriti neppure risposta tanto sei beota!

      Report

      Rispondi

blog