Cerca

Scoperte

La bimba italiana va a caccia di mammut: cosa trova? Roba pazzesca / Guarda

Emma Persico

Una novella Indiana Jones fa una scoperta fenomenale lungo le rive del fiume Po. La bimba, di nome Emma Persico, compirà otto anni ad agosto e nella sua giovane vita può già annoverare una scoperta archeologica di eccezionale rilievo. Durante una gita sul Po nei pressi di Cremona, la piccola ha trovato la parte di una tibia appartenuta a un giovane mammut, precisamente a un Mammuthus primigenius che in Europa si è estinto alla fine dell'ultima glaciazione. Emma ha saputo riconoscere di aver trovato qualcosa di speciale, e non un “semplice sasso”, grazie alla passione per le scienze naturali ereditata dal padre, Davide Persico, docente di paleobiologia presso l'università degli studi di Parma e sindaco di San Daniele Po.

Il ritrovamento è avvenuto sulla spiaggia di Cà Granda, dove Emma è approdata nel corso di un'escursione naturalistica in barca a Sommo con Porto con il papà. “Da subito – ha spiegato il professor Persico - il fossile è sembrato appartenere a un mammifero di grandi dimensioni. Poi con una comparazione diretta in laboratorio presso il museo Paleoantropologico e in seguito ad un confronto con fotografie di parti omologhe scattate al Naturalis museum di Leiden, in Olanda, durante un convegno, è stato possibile individuare non solo la parte anatomica ritrovata, ma addirittura la specie di appartenenza. Si tratta di un raro resto fossile di proboscidato, e in particolare della parte prossimale di una tibia appartenente ad un giovane Mammuthus primigenius”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog