Cerca

Allarme

Sostanze cancerogene in biscotti e mrendine. Test agghiaccianti, l'elenco dei prodotti a rischio

Sostanze cancerogene in biscotti, latte e patatine. Test agghiaccianti, l'elenco dei prodotti a rischio

Dopo i risultati dei test su alcuni prodotti tra i più consumati da bambini e adolescenti, ricchi di olio di palma, Altroconsumo ha chiesto al ministero della Salute di verificare e ritirare alcuni alimenti dagli scaffali nei quali si sospetta la presenza di sostanze cancerogene.

L'associazione dei consumatori ha lanciato la petizione altroconsumo.it/oliodipalma dopo le analisi su alcuni prodotti come biscotti e latte in polvere. Questi quelli considerati a rischio: Nestlè Nidina, Humana 1, Mellin 1, Macine e Tegolino del Mulino bianco, gocciole Pavesi, Orosaiwa, Kinder Panecioc, Buondì Motta, Fonzies, patatine Pai e classica San Carlo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dubaku

    17 Giugno 2016 - 10:10

    Non c'è alcuna prova o indizio che l'olio di palma sia cancerogeno. Mi sorprende che Altroconsumo, che consideravo seria, lanci allarmismi di questo tipo. Il sospetto è che ci siano interessi commerciali dietro l'operazione.

    Report

    Rispondi

  • lepanto1571

    17 Giugno 2016 - 10:10

    L'olio di palma è da eliminare non solo perchè pericoloso direttamente e perchè ha i precursori del colesterolo in concentrazione altissima; bisogna ricordare che per produrlo, distruggono chilometri quadri di foresta primigenia, sia in Africa che nel lontano Oriente. Lo venderanno, magari, ai cinesi; forse, se ne muore qualcuno, non se ne accorge nessuno..!

    Report

    Rispondi

  • infobbdream@gmail.com

    infobbdream

    16 Giugno 2016 - 21:09

    gli ingredienti, la provenienza dovrebbe per legge essere scritta in carattere grande ed occupare non meno del 30% della superficie della confezione, non in microscopico a prova di orbo, non si riesce a leggere, scritto sempre sulla cucitura delle confezioni, dove le parole microscopiche si sormontano e poi non è chiaro nulla di quello che è scritto. scrivere prodotto in africa così non lo compero

    Report

    Rispondi

  • blu_ing

    16 Giugno 2016 - 18:06

    Con l olio di palma ai fratelli barilla dico di ungersi er buco der culo, visto che so per i fricchioni, i loro prodotti non li compro piu' da quando si so nfrociati

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog