Cerca

Viva il more uxorio

Papa Francesco sdogana la convivenza prima del matrimonio

No ai matrimoni facili, mondani, riparatori: cioè quando lei è incinta e si fa tutto in fretta. Chi si sposa dev’essere consapevole di un impegno che è «per tutta la vita». Meglio un buon matrimonio dopo una convivenza che un matrimonio improvvisato. Tanti matrimoni sono nulli per mancanza di consapevolezza. L’ha detto il Papa giovedì aprendo il convegno annuale della Diocesi di Roma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • GAlbert

    20 Giugno 2016 - 00:12

    Si dice che quando una persona nan sa "intendere o volere" deve essere affiancata da un TUTORE.Questo e ' il caso.

    Report

    Rispondi

  • Pugile

    19 Giugno 2016 - 18:06

    La prossima sarà che la droga leggera non è dannosa... E poi ci chiediamo perché tanti cattolici abbracciano altre confessioni.

    Report

    Rispondi

  • ramadan

    19 Giugno 2016 - 17:05

    finalmente un papa non ipocrita vicino alla gente e non alle gerarchie. finalmente un papa che comprende la realtà , a volte amara,della vita. lunga vita a papa bergoglio

    Report

    Rispondi

    • rossini1904

      19 Giugno 2016 - 20:08

      Per Ramadan. Dal nome che hai adottato devi essere mussulmano. E ti credo che auguri lunga vita a Bergoglio. E' il miglior amico di voi beduini islamici. Sta facendo di tutto per favorire l'invasione della nostra vecchia, cara, democratica e civilissima Europa.

      Report

      Rispondi

blog