Cerca

Il processo per l'omicidio del piccolo Loris

Veronica vede il marito in Tribunale: uno davanti all'altro, lui reagisce così

Omicidio Loris, l'accusa di Veronica Panarello:

Si sono visti in Tribunale Veronica Panarello e il marito Davide Stival. C’era ance il suocero Andrea, assistito dall’avvocato Francesco Biazzo, dopo essere stato indagato in seguito alle dichiarazioni della donna che lo ha accusato del delitto rivelando di avere avuto una relazione extraconiugale. L’udienza del processo si è svolta davanti al Gup Andrea Reale. Al centro dell’udienza c’è la perizia disposta dal gup che ha stabilito chela donna è in grado di intendere e di volere e lo era anche ai momenti dei fatti. Ma l’avvocato della donna accusata di aver ucciso il figlio Loris di otto anni, strangolandolo nella loro casa di Santa Croce Camerina, il 29 novembre del 2014, e poi di avere gettato il corpicino nel canalone di contrada Mulino Vecchio. Al centro dell'udienza la perizia disposta dal Gup che ha stabilito che la donna è in grado di intendere e di volere. M l’avvocato Villardita prova a smontare il verdetto dei periti. Vuole dimostrare che la donna ha una seminfermità mentale come proverebbe la risonanza magnetica alla testa effettuata nelle scorse settimane. "Sarà una semi battaglia, abbiamo diversi dubbi – ha detto Villardita -  I nostri consulenti danno una valutazione diversa su quella dei periti. La mia assistita  ha letto la perizia ma non ha avuto alcuna reazione, ne ha preso atto".

L'incontro in Tribunale - Nessuno sguardo tra Veronica e il marito che in una pausa di udienza, stretto nelle sue spalle risponde solo ad una domanda, la cerimonia organizzata per ricordare i 10 anni di Loris. "È stato bello, commovente - dice Davide Stival - c’era anche mio figlio minore". Una cerimonia alla quale ha partecipato anche il suo avvocato Daniele Scrofani e nella quale sono stati liberati in cielo palloncini bianchi con messaggi degli amici di Loris.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • patriziabellini

    22 Giugno 2016 - 09:09

    Dopo 2 anni siamo ancora lì a discutere " sarà stata lei o non sarà stata lei ?" Come per Franzoni, Bossetti e compagnia: guerre tra periti e consulenti che il giorno prima condannavano, e il giorno dopo, una volta assunti, difendevano. Avvocati che non si fanno scrupolo di calpestare le vittime pur di vincere la causa. Tutto questo fa un pò schifo

    Report

    Rispondi

blog