Cerca

Riforma pubblica amministrazione

Stretta su ferie e malattia, ancora guai per gli statali

Madia

Tempi duri per i dipendenti della pubblica amministrazione. Dopo gli stipendi bloccati da anni e la pensione posticipata, è in arrivo un’altra batosta: ferie e permessi per malattia per gli statali funzionano solo a giornata e non ad ore. Non è quindi possibile utilizzarle come permessi per uscire prima o entrare dopo al lavoro. A fare il punto sulla questione è l'Aran, l'Agenzia che si occupa di pubblico impiego e che rappresenta il Governo nei tavoli con i sindacati. Nei mesi scorsi si era parlato della possibilità di spacchettare la “malattia” in ore, in modo da consentire le visite specialiste. Alla fine però non se ne è più fatto nulla: l’assenza deve durare tutto la giornata lavorativa è stata la decisione definitiva.

Anche per quanto riguarda le ferie, non ci sono buone notizie: l'amministrazione, se ne ha necessità, chiarisce l’Aran, può richiamare al lavoro il dipendente in villeggiatura, anche se deve rimborsargli il viaggio. Per sciogliere i dubbi ricorrenti tra i dipendenti pubblici, l’Aran ha confezionato una sorta di report dove, settore per settore, dai ministeriali agli insegnanti, indica tetti e vicoli in fatto di assenze.

L’argomento è sensibile. Il Governo è al lavoro per imprimere una stretta e cercare di rendere più difficile ai “furbetti” di fregare il sistema, come i furbetti del cartellino, i finti malati e l’utilizzo di altre scappatoie illecite. A farne le spese, però, rischiano di essere tutti i dipendenti statali, anche quelli onesti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gdg101042

    30 Giugno 2016 - 16:04

    Di chi è figlia sta ministra?. Quali sono i suoi meriti? Quale il suo curriculum? Cosa faceva prima di essere nominata ministro della repubblica? E quante altre domande andrebbero fatte!!

    Report

    Rispondi

  • cane sciolto

    27 Giugno 2016 - 11:11

    Ma chi c'è la messa sta Madia? chi l'ha votata? ma che ragionamenti fa? per prima cosa togliete tutti i politici che raccomandano, e una volta tolti loro vediamo come funziona x benino le cose.

    Report

    Rispondi

  • oraziodis

    26 Giugno 2016 - 22:10

    Non sanno quello che fanno. Sono tutti dilettanti allo sbarsglio e sinceramente mi farei anche un esame di coscienza prima. La PA così può solo peggiorare, perché se uno si finge malato come lo risolvi, bisognerebbe perseguire il medico compiacente. Non sarebbe meglio riformare e semplificare tutte le procedure eccessivamente burocratiche, emettere leggi semplici, certe e non interpretabili, investire sulla PA inserendo nuove e vere risorse e non i soliti super raccomandati da loro, pagarli il giustk e responsabilizzarli. Allora si che si vedrà chi produce e chi no. Il resto è tutta propaganda che hai veri furbetti non farà nulla, perché continueranno a scaldare le lorl sedie però ci rimetterano tutte le persone oneste che hanno dato l'anima per la PA. Alla fine accadrà che anche questi ultimi, sentendosi umiliati e traditi, incrocerannoe braccia facendo il minimo lavoro indispensabile per non essere attaccati. Ergo la PA, che ormai è in caduta libera, peggiorerà e peggiorerà sempre di più. Adios Madia

    Report

    Rispondi

  • begeca

    26 Giugno 2016 - 13:01

    dove la notizia è stato sempre cosi si poteva e si prende un giorno di ferie le ferie ad ore non sono mai esistite anche la malattia vale una giornata non esistono e non sono mai esistete malattie ad ore anche il richiamo in servizio è sempre esistito non stanno inventando nulla di nuovo

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog