Cerca

Incredibile

Salva la mamma da un malore, Alessandro eroe a quattro anni

Salva la mamma da un malore, Alessandro eroe a quattro anni

Nonostante il piccolo Alessandro abbia solo quattro anni, la mamma infermiera ha già cominciato a insegnargli i primi rudimenti di pronto soccorso, ma senza immaginare che gli sarebbero serviti così presto. “Ricordati cosa dice la mamma, quando una persona sta male, devi guardare gli occhi. Se non si muovono, vuol dire che è necessario chiamare i soccorsi” aveva spiegato la mamma al figlioletto. E il piccolo Alessandro ha dato prova non solo di aver capito benissimo quegli insegnamenti, ma di saperli anche mettere in pratica, salvando la vita proprio alla mamma previdente.

Alcuni giorni fa mentre mentre guidava su una strada di Marchirolo, a Nord di Varese, la donna, sofferente per una patologia cardiaca, ha accusato improvvisamente un malore alla guida. L’infermiera ha appena avuto il tempo di accostare e poi è svenuta. Fortunatamente per lei, in auto c’era anche il figlio di quattro anni. Alessandro, invece di spaventarsi o piangere, è balzato sul sedile davanti e ha guardato gli occhi della mamma. Vedendo che non si muovevano è sceso dall’auto e ha fermato una donna che stava facendo jogging. “La mamma non ha gli occhi belli” ha raccontato il bimbo. Per fortuna, la passante aveva con sé il cellulare e ha avvertito i soccorsi, che sono giunti sul posto con un’ambulanza e un’automedica e hanno trasportato la donna all’ospedale di Varese.

I medici del reparto di cardiologia II sono rimasti di sasso nel vedere il sangue freddo e la prontezza dimostrati dal bambino. Per questo, una volta che la mamma, ormai fuori pericolo, è stata dimessa, gli specialisti della cardiologia II e del 118 hanno deciso di organizzare una festa per Alessandro e gli hanno rilasciato il diploma da “piccolo soccorritore”. La madre dovrà ora effettuare una riabilitazione, ma il pericolo è passato, anche grazie all’aiuto del figlio. “La morale di questa bella storia è che se ce la fanno i bambini, ce la possono fare anche gli adulti - ha commentato Guido Garzena del 118 di Varese - Quanto prima la gente impara a riconoscere le sintomatologie e a attivare i soccorsi, più si salvano vite umane. Questo bambino è stato intelligentissimo e brillante, ha mantenuto la calma in tutta la vicenda e ha aiutato i soccorritori nella maniera più corretta. I consigli che sua madre gli ha dato sono stati preziosissimi e conoscere questa piccola storia può essere un buon esempio per tutti”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • me nono

    29 Giugno 2016 - 18:06

    Ce ne fossero di mamme così, che insegnano ai bimbi le nozioni elementari di comportamento; invece noto nella maggior parte dei casi che insegnano solo a non far questo o non far quello, intanto accompagnano i figli tenendoli per mano dalla parte della carreggiata e non viceversa, oppure le accompagnano in bicicletta precedendoli e non seguendoli.Per carità non tutti siamo perfetti, ma...........

    Report

    Rispondi

    • cane sciolto

      30 Giugno 2016 - 12:12

      Come non condividere con me nono!

      Report

      Rispondi

blog