Cerca

Ricoverata a 3 anni

Cibo vegano, una bambina è quasi morta: il dramma sfiorato a Genova

Cibo vegano, una bambina è quasi morta: il dramma sfiorato a Genova

Di cibo vegano si può morire? Più o meno sì. Un fatto drammatico è successo a Genova: una bambina di tre anni è stata trasportata in condizioni molto gravi al reparto di rianimazione dell’ospedale Gaslini. I suoi genitori avevano deciso di farle seguire una dieta che escludesse ogni alimento di origine animale, ma la piccola Chiara non ha retto e si è trovata sottopeso, con i movimenti rallentati e una carenza di vitamina B12, oltre a un livello bassissimo di emoglobina.

Il fatto è raccontato dal quotidiano La Repubblica. La piccola  è stata nutrita dalla madre che ha continuato ad esser vegana anche durante l’allattamento e, con lo svezzamento, ha esteso il suo regime dietetico anche alla figlia che, ora, dopo il ricovero, ha cominciato lentamente a riprendersi.

Adesso alcuni esami dovranno stabilire se la piccola ha riportato danni neurologici permanenti. Nei confronti dei  genitori non è stata mossa alcuna accusa di incuria o di maltrattamento, ma il Tribunale dei minore potrebbe interessarsene.

"Quello vegano è un regime dietetico molto rigido", spiega Alberto Ferrando, presidente dell'associazione pediatri liguri, "che però un bambino può seguire, solo a condizione che sia accudito, con check continui, da un pediatra, pronto a intervenire quando le carenze di vitamine o altri elementi siano pericolose per la salute del piccolo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Napolionesta

    30 Giugno 2016 - 10:10

    Poveri imecilli.

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    29 Giugno 2016 - 19:07

    Una bella mazzata sul cervelletto ai due "genitori" e poi togliergli la figlia per sempre e castrare lui, così da non farlo più procreare!!! Bastardi ignoranti....!

    Report

    Rispondi