Cerca

Dopo Brexit

Referendum di Libero per uscire dall'euro
Boom di adesioni, una mail ogni tre minuti

Referendum di Libero per uscire dall'euroBoom di adesioni, una mail ogni tre minuti

Pioggia di adesioni: una mail ogni tre minuti alla redazione di Libero. L'iniziativa di Libero lanciata da Vittorio Feltri, ovvero poter fare come il Regno Unito e votare per decidere sul nostro futuro (e sui nostri quattrini) sta raccogliendo tantissimi consensi. Si tratta di una raccolta di firme e adesioni per chiedere un referendum sulla possibilità di restare nell'Unione europea anche in Italia.

Un account email "intasato" come questo, aperto ad-hoc per chiedervi se volete abbandonare Bruxelles, non l'avevamo mai vista. Nel giro di tre giorni abbiamo ricevuto migliaia di adesioni.  C'è chi scrive: "VOGLIO CHE ANCHE GLI ITALIANI, COME I BRITANNICI, POSSANO DECIDERE SE RIMANERE O NO NELL’UNIONE EUROPEA E NELL’EURO" e chi ribadisce in maiuscolo "REFERENDUM". Votare è facile. Ecco l'account può scrivere una e-mail di adesione all'indirizzo noeuronoeuropa@liberoquotidiano.it.

C'è anche un tagliando in edicola con il quotidiano: un modulo da compilare, ritagliare e inviare alla redazione di Libero in cui si chiede che anche in Italia venga indetto un referendum, sull'onda di quello inglese, attraverso il quale i cittadini possano esprimersi direttamente sulla permanenza o meno del nostro Paese nell'Unione Europea.

Chiediamo che anche i partiti politici sensibili alla questione - in particolare Lega, Fratelli d' Italia e Movimento 5 stelle - ci appoggino in questa iniziativa: più tagliandi riusciremo a raccogliere e più peso su governo e istituzioni avrà la nostra richiesta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog