Cerca

La sentenza

Strage in Tribunale: Giardiello condannato all'ergastolo

Strage in Tribunale: Giardiello condannato all'ergastolo

Ergastolo per Claudio Giardiello, l’imprenditore che il 9 aprile del 2015 all’interno del tribunale di Milano uccise tre persone e ne ferì altre due. La condanna, del gup di Brescia, è arrivata al termine del processo celebrato con rito abbreviato. In aula, Giardiello ha reso alcune dichiarazioni spontanee, rivelando che la pistola che utilizzò in quella occasione era presente in tribunale già tre mesi prima. Armato di una pistola 7.65, Giardiello, è entrato nel tribunale di Milano facendo fuoco per 13 volte e colpendo a morte il giudice fallimentare Fernando Ciampi, l’avvocato 37enne Lorenzo  Alberto Claris Appiani e Giorgio Erba, 60 anni, coimputato nel processo che vedeva l’immobiliarista coinvolto in una vicenda  fallimentare risalente al 2008.       Feriti anche Davide Limoncelli di 40 anni, socio di Giardiello nella società ’Immobiliare Magentà e il commercialista Stefano Verna, anche lui legato alla vicenda fallimentare.       Sulla condanna, pur ridotta di un terzo per effetto della scelta del rito abbreviato, avrebbe influito l’esito della perizia psichiatrica che avrebbe determinato il riconoscimento della piena capacità di intendere e di volere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog