Cerca

Faccia a faccia col terrore

"L'ho visto negli occhi". Testimonianza di un italiano: "Cosa ho visto nel camion"

"L'ho visto negli occhi". Testimonianza di un italiano: "Cosa ho visto nel camion"

Nel giorno della festa nazionale, in Francia, un'altra strage. A Nizza un camion lanciato a tutta velocità sulla folla miete almeno 84 vittime. Un attentato, che probabilmente porta la firma dell'Isis. E dalla promenade della città in Costa Azzurra arrivano testimonianze agghiaccianti.

"Eravamo in spiaggia, i fuochi d’artificio erano finiti e siamo tornati. È in quel momento che abbiamo visto il furgone bianco. Andava veloce, a 60-70 km/h", racconta Antonio che con i suoi amici si trovava a Promenade des Anglais. "Ho visto gli occhi dell’uomo al volante, era deciso, sfrecciava. È passato a 2 metri da noi. Ho visto gente per terra, tra loro ho visto un bambino", aggiunge Manon. Quest'uomo ha visto negli occhi la folle ferocia del terrorista: "Un immagine che non dimenticherò mai". C'è chi aggiunge di aver visto che l'uomo al volante del camion "sparava con una pistola che usciva fuori dal finestrino del camion".

Un altro testimone, che si trovava a casa a circa 50 metri dal luogo, ha aggiunto: "Ho sentito esplodere numerosi colpi dall’interno del camion che ha travolto la folla lungo la Promenade des Anglais". E ancora: "Ci saranno tanti morti perché in centro c’erano tantissime persone. Sono state colpite anche le persone che erano in spiaggia, abbiamo sentito gli spari".

Impressionanti le parole di Damein Allemand, giornalista del Nice Matin, il principale giornale locale, che era appena arrivato sul luogo dell'orrore quando è iniziata la carneficina. Su internet, dopo, ha scritto: "Questo camion della morte è passato a pochi metri da me e non mi rendevo conto. Ho visto corpi che, al suo cammino, volano come birilli. Ho sentito rumori e urla che non dimenticherò mai. Il camion sterzava di continuo, per colpire più persone possibile. Ero paralizzato. Non mi sono mosso. Intorno a me, c’era il panico. La gente correva, urlando, piangendo. Poi ho capito".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Napolionesta

    15 Luglio 2016 - 11:11

    cosa si aspetta a sganciare un piccola atomica sulla tana dell ISIS?

    Report

    Rispondi

blog