Cerca

L'intervista di Pietro Senaldi

Il piano anti-terrorismo dopo Nizza. Alfano: "Poliziotti sempre armati. E gli imam..."

Angelino Alfano

Su Libero di oggi, lunedì 18 luglio, l'intervista ad Angelino Alfano del direttore Pietro Senaldi. Il ministro dell'Interno parla a tutto campo: sicurezza, terrorismo, futuro del centrodestra, Matteo Renzi e Silvio Berlusconi. Dopo Nizza, però, i riflettori sono puntati sul rischio di attentati. "Sarebbe sciocco e imprudente non dire che il rischio è alto - premette Alfano -. Dopo Nizza abbiamo aumentato ancora di più i controlli, pur mantenendo il dispositivo di sicurezza a livello 2. Negli aeroporti ci saranno soldati e agenti in borghese con il diritto di fermare chiunque. Così nelle stazioni, nelle metropolitane e nei porti. Abbiamo rafforzato la sicurezza su tutti gli obiettivi sensibili e isoleremo e blinderemo tutti i possibili luoghi bersaglio, dai concerti agli eventi sportivi".

Poliziotti super-armati in ogni dove, dunque. "C'è una novità che abbiamo introdotto nell'ultima circolare inviata dopo l'attentato di Nizza a prefetti e questori - continua Alfano -: l'invito a tutti gli agenti a portare l'arma di ordinanza anche fuori dagli incarichi specifici e dall'orario di servizio, sollecitando alla vigilanza sempre, perché nell'ordinarietà possono nascondersi grandi rischi". Dunque, il ministro, spiega come poter gestire la convivenza pacifica tra islamici e italiani oggi nel Paese: "Stiamo lavorando per creare un nuovo modello di imam, che possiamo definire un imam italiano. Nelle moschee vogliamo che a predicare siano imam formatisi alla cultura italiana e consapevoli delle nostre regole giuridiche, così che le guide islamiche abbiano una formazione culturale italiana", sottolinea Alfano.

Per leggere l'intervista integrale ad Angelino Alfano acquista una copia di Libero, anche in edizione digitale, cliccando a questo link

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • internet

    18 Luglio 2016 - 22:10

    Mi stupisco che "Libero"dia spazio a questo traditore che cadrà nell'oblio alla prima tornata elettorale insieme ai suoi fiancheggiatori,compreso Berlusconi.Gli elettori di centrodestra non hanno la memoria corta.Se Libero come sembra,pur criticando il governo,propende per il sì al referendum cadendo in contraddizione,e quindi sposando la linea del "figlio di Anna Marchi,cambierò giornale,Bruno

    Report

    Rispondi

  • internet

    18 Luglio 2016 - 22:10

    R

    Report

    Rispondi

  • jackie

    jackie

    18 Luglio 2016 - 21:09

    Giustiziare Alfano ci darebbe una mano...

    Report

    Rispondi

  • buonavolonta

    18 Luglio 2016 - 21:09

    a Roma di immigranti ce ne saranno circa 20000 tradotto in numeri militari 20 battaglioni se volessero colpire la città sarebbero sufficienti.....meditate....caro alfano sei convinto...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog