Cerca

Omicidio colposo

Amianto alla Olivetti, Carlo De Benedetti condannato a 5 anni e 2 mesi

Amianto alla Olivetti, Carlo De benedetti condannato a 5 anni e 2 mesi

Che rischiasse grosso lo si era scritto dappertutto. E infatti oggi il patron del gruppo L'Espresso Carlo De Benedetti è stato condannato a 5 anni e due mesi di reclusione per la vicenda dell'amianto alla Olivetti. L'accusa in fase di requisitoria aveva chiesto sei anni e otto mesi. Insieme a De Benedetti sono stati condannati anche il fratello Franco (stessa pena) e l'ex ad di Olivetti (ed anche ex ministro) Corrado Passera: per lui un anno e 11 mesi.  Assolti invece Camillo Olivetti perché il fatto non costituisce reato, e anche Onofrio Bono e Roberto Colanninno che hanno gestito la società dopo la vendita da parte di De Benedetti.

“Sono stupito e molto amareggiato - ha commentato Carlo De Benedetti - per la decisione del Tribunale di Ivrea di accogliere le richieste manifestamente infondate dell’accusa. Sono stato condannato per reati che non ho commesso, come ha dimostrato l'ampia documentazione prodotta in dibattimento sull’articolato sistema di deleghe vigente in Olivetti e sul completo e complesso sistema di tutela della sicurezza e salute dei lavoratori, da me voluto e implementato fin dall'inizio della mia gestione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol1

    28 Settembre 2016 - 11:11

    da quando va in galera uno con la tessera , per giunta la n° 1

    Report

    Rispondi

  • Napolionesta

    28 Settembre 2016 - 09:09

    questo bastardo deve essere messo in galera.

    Report

    Rispondi

  • antcarboni

    18 Luglio 2016 - 18:06

    sarà come le telescriventi delle Poste.

    Report

    Rispondi

  • er sola

    18 Luglio 2016 - 17:05

    Non dite cazzate, quello non si farà nemmeno un giorno.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog