Cerca

Il caso

Mangia una fetta d'anguria: stroncato. Il dramma e quel tragico precedente

Mangia una fetta d'anguria: stroncato. Il dramma e quel tragico precedente

Colpito dallo stesso beffardo destino di suo padre. Giuseppe Viviano, postino 46enne di Eboli, è morto appena rientrato a casa. L'uomo aveva sfidato l'afa estiva andando a correre. Tornato a casa ha addentato una fetta di anguria e poco dopo ha avvertito una fitta al petto, fino a mancargli l'aria. Viviano si è piegato per terra e in pochi minuti è morto davanti agli occhi dei suoi familiari che hanno cercato di salvarlo in tutti modi, chiamando il 118. All'arrivo dei soccorsi . Qualche anno fa, Viviano era subentrato come postino nell'ufficio postale dove lavorava suo padre, scomparso in circostanze molto simili alle sue.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • biologo72

    29 Luglio 2016 - 12:12

    scusate, ma cosa c'entra l'anguria? Al massimo può far venire mal di pancia o al limite una congestione, ma quello che sta scritto nell'articolo sembra essere il chiaro quadro clinico da infarto miocardico, che con l'anguria non c'entra niente. Sincero cordoglio per la famiglia , ma certi giornalisti dovrebbero magari imparare a scrivere, prima di farlo .

    Report

    Rispondi

  • biologo72

    29 Luglio 2016 - 11:11

    scusate, ma cosa c'entra l'anguria? Al massimo può far venire mal di pancia o al limite una congestione, ma quello che sta scritto nell'articolo sembra essere il chiaro quadro clinico da infarto miocardico, che con l'anguria non c'entra niente. Sincero cordoglio per la famiglia , ma certi giornalisti dovrebbero magari imparare a scrivere, prima di farlo .

    Report

    Rispondi

  • kufu

    29 Luglio 2016 - 11:11

    Si chiama congestione e non beffardo destino

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    29 Luglio 2016 - 11:11

    Era troppo fredda!

    Report

    Rispondi

blog