Cerca

L'inchiesta

Jihadista islamico arrestato a Genova, i suoi piani: cosa voleva fare il terrorista

Jihadista islamico arrestato a Genova, i suoi piani: cosa voleva fare il terrorista

Arrestato per terrorismo dalla Digos di Genova un giovane siriano. L'uomo sarebbe un reclutatore di jihadisti e per questo è ora accusato di associazione e arruolamento con finalità di terrorismo.

Il giovane siriano arrestato ha 23 anni e risiede con la famiglia a Varese. Attualmente è disoccupato. Il suo arresto è stato realizzato grazie a una articolata operazione della polizia di Genova, svolta fra Genova e Varese, in collaborazione con la Digos delle due città e con il personale della polizia postale e delle comunicazioni di Genova e Milano. Nel corso delle indagini, secondo quanto trapela, è emersa l'intenzione del ragazzo di recarsi in Siria per unirsi alle fila di Jabat al Nusra ("Partigiani del soccorso al
popolo della Grande Siria", ndr), un gruppo di rivoltosi armati, legato ad Al Qaeda.

La pianificazione dell'imminente viaggio ha portato l'autorità giudiziaria a emettere la misura pre-cautelare del fermo per pericolo di fuga. Secondo quanto emerso, non sarebbero state riscontrate prove su possibili piani di attentati da attuare sul territorio italiano. Nell'ambito dell'indagine sono state eseguite perquisizioni a carico di altre cinque persone, tutte straniere e residenti a Genova. I cinque avrebbero avuto stretti rapporti di amicizia con il siriano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog