Cerca

Il volo in elicottero

Il Papa lascia il Vaticano:
dalle 20 la sede vacante

Joseph Ratzinger

Joseph Ratzinger

Ora è ufficiale: la Chiesa cattolica è senza Papa. Benedetto XVI non è più Pontefice, ma Papa Emerito. La sede è vacante. Alle 20 in punto le Guardie Svizzere hanno chiuso il portone del Palazzo Pontificio a Castel Gandolfo, dove si è ritirato Joseph Ratzinger. Numerose le persone presenti a questo evento storico, tutti a filmare o fotografare il momento. La chiusura del portone e la partenza delle Guardie Svizzere rappresentano il suggello di questo evento epocale, e che chiude una stagione lunga quasi otto anni. Per Ratzinger cominciano due mesi di meditazione. Poi rientrerà in Vaticano nell’appartamento di circa 230 metri quadri a lui riservato. Con il Papa Emerito abiteranno il segretario Georg, e la famiglia Pontificia, ossia gli stretti collaboratori fra cui le suore laiche che lo seguono da quando è Vescovo di Roma resteranno. Il maggiordomo resterà solo fino all’elezione del nuovo Papa.

L'ultimo tweet - E' il giorno del gran passo indietro di Benedetto XVI. Prima il saluto ai cardinali, in mattinata: "Tra di voi c'è anche il futuro Papa, a cui prometto la mia incondizionata riverenza e obbedienza". Il mondo è scosso dalla commozione. Joseph Ratzinger, alle 17 in punto, prima di lasciare il Vaticano, ha fatto l'ultimo tweet del Pontificato: "Grazie per il vostro amore e il vostro sostegno. Possiate sperimentare sempre la gioia di mettere Cristo al centro della vostra vita". Da oggi in poi l'account Pontifex resterà in "stand-by", ha spiegato Padre Lombardi, e sarà a disposizione del prossimo Papa nel caso in cui lo volesse utilizzare

In elicottero - Per l'addio del Papa si è radunata sponteneamente una folla in piazza San Pietro: le persone si sono riunite poco prima che Benedetto XVI lasciasse definitivamente il Palazzo Apostolico. Le campane di San Pietro hanno suonato per salutare il Papa che lasciava la Città del vaticano. Al momento dell'uscita del Papa dall'Appartamento Pontificio, monisgnor Georg Gaenswein era visibilmente commosso, piangeva. Ratzinger si stava per recare a Castel Gandolfo, un ritiro di due mesi. Poi tornerà in un ex monastero in Vaticano, in un'ala di San Pietro, un luogo attualmente in ristrutturazione. Il Papa ha lasciato il Vaticano in elicottero.

"Un semplice pellegrino" - Ad accogliere Ratzinger per il suo ultimo discorso da Papa nella piazza di Castelgandolfo una grande folla. "Grazie, grazie di cuore, cari amici sono felice di essere con voi, circondato dalla bellezza del creato e dalla vostra simpatia che mi fa molto bene - ha detto il Papa -. Sono grato per la vostra amicizia". Poi, ancora, alla folla: "Voi sapete che oggi la mia presenza non è come le altre volte. Non sono più, anzi lo sono solo fino alle 8 della sera, il Pontefice. Sono ora semplicemente un pellegrino che inizia la sua ultima tappa in questa terra, vorrei ancora lavorare con tutte le mie forze, con il mio cuore e la mia preghiera, per il bene della Chiesa e del mondo, andiamo avanti insieme. Vi impartisco con tutto il cuore la mia benedizione".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blues188

    01 Marzo 2013 - 08:08

    Che pena leggere certe cose.

    Report

    Rispondi

  • todevin

    01 Marzo 2013 - 07:07

    è stata una furbata di Ratzinger quella di dimettersi, se avesse continuato fino alla conclusione naturale sarebbe stato ricordato nella storia come un papa mediocre anche perchè succedeva ad un papa di grande carisma come Giovanni Paolo II e ne sentiva il peso. lasciando prima del tempo è stata una "pubblicità" grandissima.

    Report

    Rispondi

  • charles_56

    01 Marzo 2013 - 06:06

    si, certamente, te la sei squagliata prima che esplodesse la bomba.

    Report

    Rispondi

  • gigi il negher

    28 Febbraio 2013 - 19:07

    a papa Luciani è andata peggio.

    Report

    Rispondi

blog