Cerca

Umiliata e percossa

Marocchino picchia la figlia in strada:
"Tu non diventerai mai come loro"

Padova, il padre aggredisce una 14enne perché lei voleva restare in centro con i compagni di classe. "Piuttosto vado in galera, ma non te lo faccio fare"

6

 

E' stata picchiata in strada dal padre marocchino. Il motivo? Voleva fermarsi in centro dopo uno sciopero scolastico. La storia arriva da Padova, dove una ragazzina di 14 anni è stata umiliata e percossa di fronte alle sue compagne di classe dal papà. Il tutto alla luce del sole, in strada. L'uomo è stato denunciato dai Carabinieri per lesioni volontarie aggravate, mentre la figlia, curata dai sanitari per trauma cranico e contusioni varie, è stata giudicata guardibile in tre giorni. 

"Mai come loro" - A scatenare la folle reazione del padre, riporta TgCom24, è stata una telefonata in cui la ragazzina spiegava al padre che sarebbe rimasta in giro con i suoi compagni. L'uomo l'ha raggiunta e picchiandola. Mentre la percuoteva avrebbe urlato: "Non diventerai mai come loro, non te lo permetterò. Vado in prigione ma non ti lascio fare quello che vuoi".

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    allianz

    29 Settembre 2013 - 17:05

    Che tra un po Faccetta Nera e La piagnona a comando se ne vanno entrambe a casuccia.

    Report

    Rispondi

  • mab

    01 Marzo 2013 - 11:11

    Gentaglia da cacciare a calci nel culo nei deserti da cui sono venuti, esseri schifosi che sposano bambine di 12 anni e poi pregano a 90° il loro dio insultando e odiando chi INGIUSTAMENTE li accoglie, li sfama tutti i giorni.

    Report

    Rispondi

  • raucher

    01 Marzo 2013 - 08:08

    Alla faccia delle anime belle che si beano della parola " integrazione". Come la Boldrin che ben ricordiamo, purtroppo , in occasione dell'invasione dei tunisini a Lampedusa, ora , se non sbaglio , senatrice nella lista di Sel.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media