Cerca

Nuove ipotesi

"Angela Celentano è viva". La pista messicana, le bugie e la verità nascosta su un caso che sembra impossibile

Angela Celentano, il ministro Andrea Orlando:

Angela Celentano è viva, ma qualcuno le sta impedendo di tornare a casa. E' quanto credono e sostengono i genitori della bimba scomparsa ormai vent'anni fa. E le indagini appena riaperte potrebbero essere ad una svolta.

La rivista Giallo riporta l'intricata vicenda: nel 1996 la piccola Angela, di appena tre anni, era in gita con la famiglia e una comitiva evangelica sul monte Faito, quando fu persa di vista dai genitori. E da quel momento non se ne seppe più nulla. Inutili le ricerche minuziose, la bambina sembrava scomparsa nel nulla. Finchè nel 2010, una ragazza messicana che diceva di chiamarsi Celeste Ruiz non contattò via mail la famiglia dicendo di essere Angela e di essersi riconosciuta nelle foto del sito gestito dai familiari in ricordo della bambina.

I genitori, volati in Messico, non riuscirono però a trovare nemmeno Celeste: con l'aiuto degli inquirenti rintracciarono il computer da cui le mail provenivano, di proprietà di Josè Valle, che, messo alle strette, disse di essersi spacciato per Celeste Ruiz. Un mitomane che però non convince i genitori di Angela. Secondo loro, infatti, Celeste Ruiz viveva in quella casa e si era davvero messa in contatto con l'Italia, ma è stata messa a tacere in qualche modo. Insospettite, le autorità messicane hanno riaperto le indagini e hanno deciso di offrire una taglia di un milione e mezzo di pesos (80mila euro) a chi riuscirà a dare informazioni utili su Angela o a trovare questa misteriosa Celeste Ruiz.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog