Cerca

Isis in Italia

Jihadista arrestato in Campania, trafficava migranti e inneggiava all'Isis. Con la complicità dei residenti

Jihadista arrestato in Campania, trafficava migranti e inneggiava all'Isis. Con la complicità dei residenti

Arrestato in Campania un cittadino tunisino accusato per associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell'immigrazione clandestine e alla falsificazione di documenti. Tante parole per un concetto semplice: il tunisino trafficava esseri umani. Insieme ad altri 7 degni compari, l'uomo è stato arrestato dai carabinieri del Ros dopo l'esito di un'accurata indagine che ha scoperchiato una rete criminale che legava aziende tessili compiacenti e il trafficante. Le aziende, in cambio di denaro, rilasciavano contratti di lavoro e buste paga fittizie in favore di migranti magrebini, permettendo loro di ottenere il permesso di soggiorno.
Il tunisino è anche indagato per terrorismo dopo che gli inquirenti hanno documentato la sua radicalizzazione, espressa sul web, dove l'uomo inneggiava ai fatti di Parigi. L'uomo quindi poteva contare si una rete fitta di conniventi. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 333fabri

    06 Agosto 2016 - 11:11

    Ne arrestiamo uno, ma ce ne sono altri mille che predicano l'odio verso l'Occidente e i nostri costumi. Bisogna evitare che ne entrino ancora e fare un bel repulisti. Controllare le moschee e gli Imam. Prima che sia troppo tardi.

    Report

    Rispondi

blog