Cerca

La sentenza

Occhio a spiare il cellulare del partner per i giudici si tratta di una rapina

I vecchi cellulari sono meglio di quelli di oggi: lo conferma Ofcom

 Impadronirsi con la forza del cellulare altrui, soprattutto quello della ex che vi ha mollato, per controllare il contenuto degli sms a caccia di prove di tradimento o delle tracce di altri rapporti, fa scattare – come ha stabilito  la Cassazione – la condanna per rapina perché violare la riservatezza di quanto custodito nel telefonino danneggia o comunque incide sulla sfera di libertà del legittimo proprietario e costituisce un "ingiusto profitto" di tipo "morale". L' ultimocaso risale allo scorso 16 maggio, ma la sentenza 24297 della seconda sezione penale è stata depositata da pochi giorni. Una sentenza che - come ricorda il quotidiano Il Tempo - conferma la condanna a un anno e otto mesi confermati al signor Louis Enrique Muriel Moncada che otto anni prima aveva strappato di mano alla moglie lo smartphone per leggere messaggi e ultime chiamate. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog