Cerca

Senza pietà

Come riduce la nonnina di 98 anni. Bancario horror: una storia italiana

La vecchietta beffata dal bancario. Sospetto: le ha preso il suo tesoretto

Soldi, orologi, gioielli, argenteria, un lingotto d'oro e una Mini. Un tesoretto finito nelle mani della Guardia di Finanza di Como che sta indagando, come riporta Il Giorno, sulle ipotetiche appropriazioni che sarebbero state commesse da un dipendente di una banca di Como. L'uomo è al momento accusato di circonvenzione di incapace nei confronti di una pensionata di 98 anni, correntista della filiale in cui lavora.

I due sarebbero entrati in confidenza dopo la morte del marito dell donna, un rapporto divenuto presto sospetto ai parenti dell'anziana che hanno così denunciato i comportamenti dell'uomo che avrebbe approfittato della sua fragilità, appropriandosi di una serie di beni di sua proprietà. 

Soprattutto l'uomo avrebbe acquistato una Mini del valore di 20mila euro con assegni firmati dalla pensionata. La macchina è stata ora sequestrata così come una serie di gioielli, orologi, argenteria e persino un lingottino d'oro trovati nel suo appartamento. Quello che i militari devono stabilire è se la donna davvero avesse voluto fare dei regali all'uomo che l'ha aiutato dopo la scomparsa del marito e quali sono le sue condizioni mentali, stabilire insomma se lei sia fragile e raggirabile o invece in pieno possesso delle sue facoltà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fausta73

    09 Agosto 2016 - 10:10

    le persone di 98 anni devono essere considerate minorenni e vanno protette. E' la realtà.

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    09 Agosto 2016 - 10:10

    le persone di 98 anni devono essere considerate minorenni e vanno protette. E' la realtà.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    09 Agosto 2016 - 00:12

    Confido nella serietà della Mafia.Giustizia rapida,certa ed inappellabile. Saluti.

    Report

    Rispondi

blog