Cerca

Infanticidio

Mette il neonato in borsa,
va a fare l'aperitivo
e poi lo getta in un cestino

Agghiacciante racconto di una 25enne romana, che dopo aver partorito in casa ha vagato per tutta la giornata prima di andare al pronto soccorso. Il piccolo è morto, lei è stata arrestata

Mette il neonato in borsa,
va a fare l'aperitivo
e poi lo getta in un cestino

Ha partorito da sola in casa, poi ha avvolto il neonato in un sacchetto di cellophane nascondendolo nell'armadio della sua casa al quartiere del Trullo, a Roma. Quindi è uscita, vagando per la città per mezza giornata con il piccolo, probabilmente già morto, nella borsa, prima di gettarlo in un cassonetto dei rifiuti. E solo in serata si è presentata al pronto soccorso dell'ospedale San Camillo, dove ha raccontato la vicenda ai medici. Quindi, è stata arrestata. E' questo il resoconto della agghiacciante giornata vissuta ieri da una venticinquenne romana. La donna, che è accusata di infanticidio, nel corso del suo girovagare avrebbe anche preso un aperitivo con un'amico, confidandole di aver perso il bambino ma non di averlo chiuso nell'armadio. La gravidanza sarebbe stata celata ai parenti. La procura di Roma ha disposto l'autopsia sul corpo del neonato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog