Cerca

La polemica

La mappa del burqini in Italia: ecco perché è difficile vietarlo

La mappa del burqini in Italia: ecco perché è difficile vietarlo

Il divieto del burqini imposto nei luoghi pubblici dal sindaco di Cannes, e sostenuto anche dal premier francese Valls, ha precedenti storici anche in Italia, dove diversi Comuni, oltre che la Regione Lombardia, stanno valutando l'ipotesi di nuove ordinanze per regolare il fenomeno. Tra i primi casi già registrati in Italia c'era stato quello a Varallo Sesia, in provincia di Vercelli, dove il compianto sindaco Gianluca Buonanno aveva vietato alle donne di indossare il burqini sul territorio comunale. Ma come ricorda repubblica.it, quella ordinanza è poi costata a Buonanno una condanna per discriminazione razziale. A Bolzano l'uso del burqini è autorizzato dal 2015, a Ferrara ci sono dei corsi di nuoto dedicati alle donne musulmane che in quel caso possono anche indossare il burqini.

I sindaci intenzionati a vietare il burqini non avranno comunque vita facile, considerando che i motivi di ordine pubblico cadrebbero se le donne in costume islamico mantenessero il volto scoperto. Stesso discorso se qualcuno vorrà appellarsi ai regolamenti igienico-sanitari: nelle piscine è consentito solo l'uso di tessuti specifici, nylon e simili. Nel caso in cui il burqini fosse fatto di quel materiale, la legge italiana lo permetterebbe.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Anbar

    20 Agosto 2016 - 16:04

    Mi chiedo che senso abbia andare in spiaggia a prendere il sole e fare i bagni così vestite. Non si fanno nemmeno complessi e non si vergognano. Io in spiaggia di burkini non ne ho mai visti.

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    20 Agosto 2016 - 13:01

    Continuare a dare spazio a questa storia del cosiddetto "burkini" è deleterio. L'idea stessa di andare in spiaggia e fare il bagno completamente vestite è semplicemente ridicola. Peggio, per l'Islam il corpo della donna è in sé impuro e quindi deve essere tutto coperto. Fine. Ed ogni confronto con altre realtà della nostra cultura è demenziale.

    Report

    Rispondi

  • lupoclauss

    19 Agosto 2016 - 20:08

    Infiltrati e traditori. Perché non possiamo fare NOI nei loro Paesi arabi QUELLO CHE LORO fanno qui da noi ? Senza reciprocità saranno solo degli ipocriti e bugiardi questi islamici. E traditori chi li protegge .Perché non possiano costruire Chiese da loro ? MA PRETENDONO COSTRUIRE MOSCHEE DA NOI !!

    Report

    Rispondi

  • lupoclauss

    19 Agosto 2016 - 20:08

    Infiltrati e traditori. Perché non possiamo fare NOI nei loro Paesi arabi QUELLO CHE LORO fanno qui da noi ? Senza reciprocità saranno solo degli ipocriti e bugiardi questi islamici. E traditori chi li protegge .Perché non possiano costruire Chiese da loro ? MA PRETENDONO COSTRUIRE MOSCHEE DA NOI !!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog