Cerca

Uno è grave

Catania, spedizione punitiva contro gli immigrati: massacrati tre egiziani

Catania, spedizione punitiva contro gli immigrati: massacrati tre egiziani

Gli inquirenti non confermano che dietro al gesto ci sia la motivazione razzista. Ciò non toglie che la violenza usata dai tre italiani contro gli egiziani sia stata inaudita. 


Con mazze da baseball e pistole, cinque siciliani di Catania hanno picchiato a sangue tre egiziani ospitati nel centro di accoglienza per migranti. Un vero agguato al mercato di San Como, un paese nei dintorni di Caltagirone. Uno dei tre migranti, un 16enne, ora è in coma: era ospitato nel centro di accoglienza del Comune di San Michele di Ganzaria, a due passi dal teatro dello scontro. Secondo Il Corriere, i tre egiziani avevano già avuto in passato delle liti con i ragazzi siciliani che si sono resi protagonisti dell'agguato.

Si tratta di Giacomo e Davide Severo, di 32 e 23 anni, e Antonino Spitale, 18 anni. Avevano pianificato l'assalto per punire gli immigrati, quasi come un clan criminale. Il motivo è da stabilire. Le vittime hanno avuto la prontezza di registrato parte del pestaggio con un cellulare. Il video ha permssso ai Carabinieri di risalire agli autori dell'agguato e di arrestarli nelle loro abitazioni. I cinque picchiatori hanno raccontato alle forze dell'ordine di "essere stati offesi dai ragazzi egiziani al mercato". Ma il pm Verzera ha  disposto gli arresti ed ora indaga sulle possibili motivazioni razziste del gesto. "Ogni pista è aperta", dicono gli inquirenti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Anna 17

    Anna 17

    23 Agosto 2016 - 14:02

    Non li hanno ancora proposti per il Nobel?? Gli egiziani, dai quali non c'è alcuna guerra e sono in Italia a farsi mantenere, è giusto che facciano questa fine, la stessa che devono fare tutti i ns. nemici.

    Report

    Rispondi

  • orione43

    23 Agosto 2016 - 13:01

    Cari miei siamo solo all'inizio.

    Report

    Rispondi

  • jborroni

    23 Agosto 2016 - 12:12

    cassiodoro, capitanuncino e compagnia bella...le vostre foto starebbero benissimo vicine a quelle di questi tre, appena scappati dal canile municipale. Accidenti a Garibaldi........

    Report

    Rispondi

  • Angeli1951

    23 Agosto 2016 - 08:08

    Chissà se sono a piede libero come come il marocchino che ha pestato l'anziano fuori dal supermercato? Così due giorni dopo con una coltellata ha potuto perforare un polmone al giovane che gli aveva impedito di continuare il massacro. Sarà ancora in galera? Mah!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog