Cerca

Parla l'esperto

Amatrice, il sismologo: "Quel terremoto gemello e il parallelo con Marche, Umbria e L'Aquila"

Amatrice, il sismologo: "Quel terremoto gemello e il parallelo con Marche, Umbria e L'Aquila"

"Già nel 1639 in quest'area è stato registrato un sisma gemello al terremoto verificatosi questa notte". A spiegarlo all'agenzia Adnkronos è Andrea Tertulliani, sismologo dell'Ingv. In quell'anno, riferisce, "furono registrate scosse della
stessa entità, a dimostrazione che stiamo parlando di una zona ad altissimo rischio sismico" aggiunge il primo ricercatore dell'Istituto Nazionale di geofisica e Vulcanologia. Nel 1703 altra sequenza sismica simile, poi nel '97 la scossa che ha distrutto l'Umbria e nel 2009 la tragedia de L'Aquila. Ma quello del '600 non è l'unico terremoto che ha sconvolto nei secoli passati quest'area del Centro Italia. "Anche nel 1703 - ricorda Tertulliani - ci fu una sequenza sismica molto intensa e che coinvolse un'area estesa nel territorio di Norcia", molto simile a alla scossa che ha stravolto questa notte un'area fra il Lazio, l'Umbria e le Marche.

"Altissimo rischio sismico" - "Il terremoto di questa notte, ribadisco, è avvenuto in un'area considerata ad altissimo rischio sismico, un'area dove i terremoti si ripetono con frequenza", evidenzia ancora il sismologo. Più di recente, "voglio ricordare il terremoto che ha colpito l'Umbria nel 1997", aggiunge ancora Tertulliani riferendosi al sisma che ha colpito Umbria e Marche nel 1997, un forte sisma che interessò parte delle due regioni dell'Italia centrale nel settembre-ottobre 1997 e nel marzo 1998, con una magnitudo di 6,1. Senza dimenticare, prosegue ancora il sismologo dell'Ingv, il terribile terremoto de L'Aquila del 2009, un sisma che fu anticipato da una serie di eventi sismici, iniziati nel dicembre 2008, con epicentri nell'intera area della città, della conca aquilana e di parte della provincia dell'Aquila. La scossa principale, verificatasi il 6 aprile 2009 alle ore 3.32, ha avuto una magnitudo pari a 6,3.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog