Cerca

Tragedie nella tragedia

La famiglia in vacanza arrivata da poche ore e le altre storie: i morti del terremoto di Amatrice

Tutti gli orrori della terra che trema. Dalle disperse afghane alle famiglia romana in vacanza

Un bilancio tragico quello del terremoto che ha scosso il Centro Italia. Accuomoli ed Amatrice, i paesi più vicini all'epicentro, sono due località completamente distrutte: la protezione civile sta lavorando senza sosta da ore per trovare persone ancora in vitta sotto i cumuli di macerie che hanno invaso le strade.

Ad Accuomoli il bilancio è di 4 morti: un'intera famiglia è stata sterminata dopo essere arrivata appena ieri sera da Roma per un periodo di villeggiatura. Madre, padre e i due figli non sono sopravvissuti al terremoto. Dopo aver ritrovato i corpi dei genitori e della piccola di 8 mesi, i cani stanno ancora cercando il cadavere del primogenito di 8 anni.

Ad Amatrice si conta una decina di morti e tantissimi dispersi. Tra questi due ragazze afghane, Sultana e Hamed, 26 e 27 anni. Il crollo di un convento vicino al paese ha fatto sparire sotto i detriti tre suore e quattro anziani ospiti, e si continua a cercare anche il piccolo Andrea, fratello gemello di Simone, sei anni, estratto in gravissime condizioni.

Pescara del Tronto, frazione di Arquata del Tronto, conta circa dieci morti. Una bimba di nove mesi è stata estratta dalle macerie senza vita, e così due piccoli bimbi romani. Anche una coppia di anziani coniugi non ce l'ha fatta, sparendo insieme nella furia del terremoto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog