Cerca

Oggi lutto nazionale

Sergio Mattarella sui luoghi del terremoto. Poi funerali di stato al palazzetto di Ascoli

Sergio Mattarella sui luoghi del terremoto. Poi funerali di stato al palazzetto di Ascoli

Il giorno del dolore, dopo quelli dello strazio. Nella giornata di lutto nazionale proclamata dal governo l'altroieri, oggi ad Ascoli Piceno si tengono i funerali di Stato per 34 delle 290 vittime del terremoto. Nel palazzetto dello sport, perchè in chiesa non ci stavano. E' lì che sono arrivate le più alte cariche dello Stato: il premier Matteo Renzi, il presidente del Senato Pietro Grasso e la presidente della Camera Laura Boldrini. Tutti lì a piangere simbolicamente non sono quelle 34 persone che hanno perso la vita, ma anche, simbolicamente, le 260 e oltre (il conteggio purtroppo è ancora in corso) che sono morte tra Amatrice, Accumoli e Arquata.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha seguito un percorso diverso rispetto alle altre cariche dello Stato: prima di giungere ad Ascoli Piceno, infatti, il capo dello Stato ha voluto visitare i luoghi del sisma, giungendo in elicottero prima ad Amatrice per poi fare tappa anche ad Accumoli, il paese che in pratica non esiste più. Mattarella si è intrattenuto con le autorità locali e ha voluto personalmente ringraziare i soccorritori, ancora all'opera, per il lavoro incredibile svolto negli ultimi giorni. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Pasquino Roma

    27 Agosto 2016 - 22:10

    ...c'erano tutti ai funerali..!!!... cosa non si fà per un voto....!!!!....Comunque non li lasceranno soli.,.. ci penseranno fra uno o due lustri: Aquila, Emilia, Umbria....Belice (1968) !!!! DOCET

    Report

    Rispondi

  • Yossi

    27 Agosto 2016 - 16:04

    sono talmente dispiaciuti che ci vanno a spese dello stato, sono troppo arrabbiato e non aggiungo altro per non sconfinare

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    27 Agosto 2016 - 15:03

    Non vorrei sbagliare, ma penso che anche loro sono dispiaciuti per l'accaduto.

    Report

    Rispondi

  • Yossi

    27 Agosto 2016 - 13:01

    si dimenticano che la loro responsabilità dura 365 giorni l'anno e non solo nelle circostanze drammatiche di cui sono direttamente responsabili per ignavia, quindi la loro presenza è inutile e ipocrita

    Report

    Rispondi

    • cane sciolto

      27 Agosto 2016 - 15:03

      Come non condividere con Yossi.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog