Cerca

Il cerchio gaucho

Vaticano, nomine e trame all'ombra di Bergoglio

Vaticano, nomine e trame all'ombra di Bergoglio

Scrive Luigi Bisignani nell'editoriale su Il Tempo, che il vescovo di Ascoli Giovanni D'Ercole, quello che ha officiato i funerali di Stato per le vittime del terremoto, si sarebbe lamentato coi collaboratori per non aver ricevuto alcuna telefonata di vicinanza per la sua diocesi marchigiana, a differenza del suo parigrado di Rieti. Una vicenda che l'autore di "L'uomo che sussurrava ai potenti" usa per descrivere il crescente fastidio, in una parte della Chiesa italiana, per quello che viene soprannominato il "cerchio Gaucho" di papa Bergoglio. Pare, sempre secondo Bisignani, che a fare le spese di questo malcontento, sarà il segretario di Stato vaticano Pietro Parolin, che si starebbe preparando a lasciare l'incarico.

In particolare, Parolin pagherebbe l'appoggio a un accordo tra Vaticano e governo cinese fortemente osteggiato dal cardinale emerito di Hong Kong , Joseph Zen, che avrebbe addirittura minacciato uno scisma. O forse pagherebbe, Paroli, la scarsa influenza su Renzi: ai tempi di Ratzinger, il governo Berlusconi portò 300 milioni di euro all'ospedale Bambin Gesù, mentre Parolin non è riuscito a scucire un euro all'attuale premier. Il segretario di Stato sarebbe poi sotto attacco di quello che viene definito, scrive sempre Bisignani, il "clan dei focolarini" guidato da due potenti prelati come il cardinale Fernando Filoni e l'arcivescovo Angelo Becciu. Nelle intenzioni di Parolin ci sarebbe l'approdo a Milano, al posto di Angelo Scola. Ma forse si illude perché Bergoglio, per l'anno prossimo, più che a Parolin pensa di mandare sotto la Madonnina Pierbattista Pizzaballa, dei frati minori, da poco amministratore apostolico a Gerusalemme, sempre che al 'cerchio gaucho' questa designazione da qui ad un anno piaccia ancora.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Vigar

    29 Agosto 2016 - 10:10

    Non ci dicono niente di nuovo. Sono 2.000 anni che queste cose succedono sotto i nostri occhi, in nome di Gesù Cristo.....Ma perchè una buona volta non ci mette mano?!

    Report

    Rispondi

blog