Cerca

Il fenomeno

Terremoto, arrivano gli sciacalli dell'anagrafe. La furbata vile scoperta dai giudici

Terremoto, arrivano gli sciacalli dell'anagrafe. La furbata vile scoperta dai giudici

Sta emergendo una nuova forma di sciacallaggio tra le macerie delle case colpite dal terremoto dello scorso 24 agosto. Non ci sono solo criminali senza scrupoli che rovistano tra quel che è rimasto nelle case degli sfollati o nei furgoni della Protezione Civile. Secondo la Procura di Rieti è stato registrato uno strano aumento dei trasferimenti di residenza da Roma ai centri colpiti. La mossa furbesca punta a sfruttare tutte le agevolazioni che lo Stato e gli enti locali hanno previsto per chi davvero era residente nei comuni devastati dal sisma. Per questo i magistrati hanno sequestrato i registri anagrafici dei comuni coinvolti. Ci sarebbero già alcuni episodi sospetti di persone che il 31 agosto hanno comunicato il cambio di residenza da Roma ad Accumoli, indicando case sostanzialmente distrutte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • attiletto

    05 Settembre 2016 - 07:07

    Se lo Stato, come penso, contribuirà per la ricostruzione solo in favore dei residenti, come faranno paesi tipo Amatrice, dove le case sono (erano) per il 90% seconde case di non residenti, ad essere ricostruiti come e dove erano? E quale economia potrà rinascere se i non residenti, come è prevedibile dovendo pagare tutto di tasca propria, difficilmente ricostruiranno le loro case distrutte?

    Report

    Rispondi

    • fausta73

      05 Settembre 2016 - 11:11

      Mi sembra giusto aiutare chi già aveva la residenza là, per le seconde case chi non costruisce dovrebbe vendere il suolo al Comune. Perchè devo pagare io ( lo Stato) la casa a chi ha la seconda casa quando non ho neppure la prima?

      Report

      Rispondi

      • attiletto

        05 Settembre 2016 - 14:02

        Lei fa un ragionamento assolutamente corretto dal punto di vista sociale, ma non risponde alle mie perplessità. Seguendo il suo, e di altri, giusto pensiero, Amatrice sparirà come meta turistica con notevole danno per i residenti.

        Report

        Rispondi

        • cicalino

          08 Settembre 2016 - 10:10

          Ne arriveranno altri...benefici solo ai residenti !

          Report

          Rispondi

  • orione1950

    orione1950

    05 Settembre 2016 - 07:07

    metteteli in galera e buttate la chiave sperando che il prossimo terremoto li travolga tutti

    Report

    Rispondi

  • orione1950

    orione1950

    05 Settembre 2016 - 07:07

    metteteli in galera e buttate la chiave sperando che il prossimo terremoto li travolga tutti

    Report

    Rispondi

    • fausta73

      05 Settembre 2016 - 11:11

      Non c'è bisogno di metterli in galera, basta stabilire che è aiutato chi aveva la residenza il giorno del terremoto.

      Report

      Rispondi

  • cane sciolto

    05 Settembre 2016 - 00:12

    Per come funziona la giustizia in Italia ecco cosa succede, se invece la si farebbe funzionare? questi sciacalli che vanno a rubare a queste povere famiglie gli si tagliassero non le mani ma anche le braccia vedrete che nessuno si permetterebbe di avvicinarsi!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog