Cerca

Il caos

Benevento, mancano le sigarette: rivolta nel carcere minorile

Benevento, mancano le sigarette: rivolta nel carcere minorile

Alta tensione nel carcere minorile di Airola, in provincia di Benevento, dove è scoppiata una violenta rivolta. Secondo quanto denuncia una nota del sindaco di polizia penitenziario i detenuti, armati con le gambe di legno di alcuni tavoli e manici di scopa, hanno devastato diverse celle e ferito due agenti. Dal carcere fanno però sapere che ora la rivolta è "rientrata e la situazione è sotto controllo".

A scatenare la protesta dei carcerati sono state problematiche relative alla fornitura di sigarette anche se secondo il sindacato la rivolta sarebbe stata una "manifestazione di forza da parte di clan della criminalità organizzata che si sono formati all'interno del carcere". I danni della rivolta ammontano ad oltre 30 mila euro: sono stati rotti televisori, termosifoni, tubature ed è sfondata una parete divisoria tra due celle utilizzando alcune brande.   

Per Ciro Auricchio, segretario generale dell'Uspp (polizia penitenziaria) "è giunto il momento di rivedere la legge di riforma del 2014 che ha esteso l'esecuzione penale minorile fino al compimento del venticinquesimo anno di età. È necessario inoltre individuare nuovi strumenti per separare i detenuti appartenenti alla criminalità organizzata da tutti gli altri". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paolorux

    06 Settembre 2016 - 16:04

    Ma che strana cosa...come si conciliano queste due cose? 1) divieto di vendita dei tabacchi ai minori di 18 anni 2) carcere minorile.

    Report

    Rispondi

  • buonavolonta

    05 Settembre 2016 - 21:09

    ma che caxxxo dici se viene fatta una rivolta ne pagano le conseguenze e ritocchi le pene ...in un soggiorno piu lungo..

    Report

    Rispondi

blog