Cerca

Insurrezionismo

Bombe sotto le case di Prodi e Cofferati: retata di anarchici in tutta Italia

Bombe sotto le case di Prodi e Cofferati: retata di anarchici in tutta Italia

In corso una vasta operazione della polizia di Stato contro la Fai- Federazione Anarchica Informale che ha portato a sette arresti. La Digos di Torino, coordinata dal Servizio centrale antiterrorismo della Direzione centrale della polizia prevenzione, su disposizione della Procura della Repubblica del capoluogo piemontese, sta dando esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare con il contributo operativo delle Digos di Pescara, Roma e Viterbo.

Nel corso dell’operazione, denominata ’Scripta Manent’, la Digos di Torino ha arrestato sette anarchici. Altri otto risultano indagati. I poliziotti, con l’ausilio di unità cinofile antiesplosivo, hanno inoltre sottoposto a perquisizione oltre trenta anarchici e ventinove abitazioni dislocate in Piemonte, Liguria, Lazio, Emilia Romagna, Lombardia, Sardegna, Abruzzo, Campania e Umbria.

Tra gli attestati vi sarebbe la compagna di Alfredo Cospito e una serie di persone accusate di associazione a delinquere finalizzata al terrorismo. Cospito venne condannato per l’attentato a Roberto Adinolfi, amministratore delegato di Ansaldo Nucleare, gambizzato il 7 maggio 2012. Lei e altri sarebbero anche parte del gruppo che ha messo le bombe sotto le abitazioni di Prodi e Cofferati nel 2003.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    12 Settembre 2016 - 18:06

    Noto con piacere che stanno alzando il tiro....Anche se con mio rammarico hanno sbagliato mira.Andrà meglio la prossima volta.

    Report

    Rispondi

  • anna.tomasi

    08 Settembre 2016 - 23:11

    Non riesco a farmeli antipatici questi anarchici. Ci provo,ma sento simpatia per loro. In fin dei conti han fatto meno danni di mortadella.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    06 Settembre 2016 - 16:04

    Porco diavolo...mai che ne vada bene una.

    Report

    Rispondi

  • lupoclauss

    06 Settembre 2016 - 09:09

    Quando li mettono dentro sti delinquenti e gettino le chiavi ..? Quando cominciamo a capire che criminali (no tav, no global , no triv,no border, no qua, no là ...) , infiltrati, terroristi, rinnegati e traditori vanno messi al fresco per sempre (visto che di pena di morte non si deve parlare ...). I venduti al nemico vanno messi in galera ! Soprattutto se vi sono rinnegati nelle istituzioni o in politica.

    Report

    Rispondi

    • burago426

      06 Settembre 2016 - 14:02

      io metterei dentro tutti quegli imbrattatori di muri , cartelli stradali, vagono treno ed altro. Ma guardate come hanno ridotto le nostre città. A quando imbrattare anche sulla gente vestita bene?

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog