Cerca

Italia a luci rosse

"Masturbarsi in pubblico non è reato". Porno-Cassazione: "Ecco il perché"

"Masturbarsi in pubblico non è reato". Porno-Cassazione: "Ecco il perché"

Non ci sarà più nessuna condanna penale per chi viene sorpreso a masturbarsi in pubblico. La Cassazione ha annullato "perché il fatto non è previsto dalla legge come reato" la condanna a tre mesi di reclusione inflitta a un 69enne finito sotto processo per il reato di atti osceni. L'uomo, condannato sia in primo che in secondo grado dal giudici del tribunale della Corte d'appello di Catania, aveva presentato ricorso in Cassazione lamentando la mancata applicazione della causa di "non punibilità" e la "particolare tenuità del fatto": tale comportamento, a suo dire, era stato del tutto occasionale e avvenuto in condizioni di ridotta visibilità, dopo il tramonto.

Ora a questo uomo sarà inflitta solo una multa amministrativa di entità compresa tra i cinquemila e i trentamila euro, a decidere l'ammontare sarà il Prefetto di Catania. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • andresboli

    06 Settembre 2016 - 17:05

    una pippa carissima!!

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    06 Settembre 2016 - 17:05

    Qui nel paese dove abito,dove a comandare c'è un sindaco Grillino,dentro ad un parcheggio di una stazione ferroviaria hanno fatto su qualcosa come 60.000 euro in una botta sola.Rimane da sapere chi pagherà queste multe.....

    Report

    Rispondi

    • begeca

      07 Settembre 2016 - 14:02

      mi dice cosa c'entra il sindaco in queste cose ?

      Report

      Rispondi

blog