Cerca

La richiesta

Un comune in provincia di Savona ha chiesto di uscire dall'Italia e poi dall'Europa

Un comune in provincia di Savona ha chiesto di uscire dall'Italia e poi dall'Europa

C' è un Comune in Liguria che conta poco più di 300 abitanti dislocati in circa 10 chilometri quadrati che ha chiesto alla Ue di uscire dall'Italia. E appena dopo dall'Europa. È Zuccarello, piccolo paese in provincia di Savona. Ha bussato alle porte di Bruxelles affinché venga riconosciuta l' indipendenza del Marchesato di Zuccarello dalla Repubblica Italiana. Una sorta di «Zuccarexit» che si basa sulla storia del paese che faceva parte di quel che un tempo era il Marchesato dei Del Carretto di Zuccarello (la foto è di Stefano Franchi). «Un Comune - spiega Luca Gardella, portavoce degli abitanti di Zuccarello - che si estendeva, secondo il Lodo di Antoniotto Adorni, documento datato 1386, fino agli attuali comuni di Calizzano e Bardineto, comprendeva i comuni odierni di Balestrino, Castelvecchio di Rocca Barbena ed Erli oltre che Zuccarello, Castelbianco, Nasino, Alto, Arnasco, Vendone, Aquila d' Arroscia, Casanova Lerrone, Stellanello e il borgo arroccato di Cervo».
Zuccarello è sempre stato un comune libero e aveva un proprio organo tributario, proprie leggi ed un proprio tribunale, un «ospitale» e una propria moneta.

A Bruxelles è stato chiesto di esprimersi in favore del ripristino de i confini del «Libero Comune di Zuccarello» così com' era nel sedicesimo secolo e come si evince dal Lodo Adorni, di riconoscere lo Stato sovrano autonomo di Zuccarello e di prodigarsi, nei confronti del governo della Repubblica Italiana, «inducendo i legislatori e i funzionari a svolgere celeremente quegli atti, legislativi, amministrativi e giudiziari, necessari per affrancare il territorio del nuovo Stato sovrano di Zuccarello dalla Repubblica Italiana». I nfine si chiede l' istituzione di un' apposita commissione «per valutare quanto accaduto nel corso dei secoli, quanto subito dai residenti di quello che dovrà tornare ad essere un libero territorio, vessazioni, imposte ed altri abusi subiti da impropri regnanti, e valutare un congruo risarcimento che la Repubblica Italiana dovrà riconoscere allo Stato sovrano autonomo di Zuccarello».

«Il primo passaggio», aggiunge Gardella, «è quello di uscire dall' Italia per poi uscire anche dall' Europa. Zuccarello deve essere riconosciuto come la Repubblica di San Marino che non fa parte dell' Europa. È vero in questo momento legittimiamo la Ue perché è un organo superiore, ma poi chiederemo di uscire anche dalla Ue. Non c' è alcun documento scritto dove si certifica che il Marchesato di Zuccarello ha accettato di entrare a far parte dello Stato Italiano e men che meno in Europa, conclude il portavoce del gruppo di cittadini liberi che su basi storiche valuta le possibilitá di uscire dall' Italia e dalla Ue.
L' ingresso al borgo di Zuccarello, comune di 319 abitanti in provincia di Savona.
In epoca preunitaria fu la capitale dell' omonimo Marchesato.

Giuseppe Barbera

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Oscar1954

    03 Novembre 2016 - 19:07

    Credo sia l'unica soluzione per ritornare ad essere liberi e a vivere serenamente. cosa ora resa impossibile da questa banda di ladri e farabutti che ci governa senza essere stati eletti.

    Report

    Rispondi

  • leitz

    07 Settembre 2016 - 17:05

    Trieste è sempre stata austriaca dal 1387. cosa si aspetta a restituira all'Austria? L'italia ci ha rovinato. Vogliamo la nostra madre patria. W Franz Joseph

    Report

    Rispondi

  • iveco35

    07 Settembre 2016 - 13:01

    E allora cosa deve dire il Regno delle due Sicilie;non ha mai chiesto di far parte dell'Italia. Secondo la logica di Zuccarello, dovrebbe richiedere la restituzione dei 420 milioni di lire che i savoia hanno rubato al regno. Il Regno delle sue Sicilie dovrebbe pure denunciare il terrorista/mercenerario garibaldi che é stato l'esucutore materiale del furto. Viva l'Italia. Spero che lo pubblichino.

    Report

    Rispondi

  • FabiettoFJ

    07 Settembre 2016 - 13:01

    Mi sa che per Garibaldi è scattata la prescrizione. Dopodiché se il regno delle 2 Sicilie se ne vuole andare da solo io sarei l'uomo più felice al mondo. Ovviamente il discorso deve valere anche per la mia amata Padania.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog