Cerca

Il dramma

Violentata in Calabria, il paese e i parroci assolvono il branco: "Lei se l'è cercata"

Violentata in Calabria, il paese e i parroci assolvono il branco: "Lei se l'è cercata"

"Se l'è cercata". "Una che non sa stare al posto suo". Voci e umori raccolti a Marino Porto Salvo, piccolo paese nella provincia di Reggio Calabria, e che si riferiscono a una ragazza di 16 anni che per tre anni ha subito abusi e violenze da un branco di nove uomini. L'incubo è finito con l'arresto dei responsabili ma ora la ragazza deve fare i conti con il giudizio e i commenti della comunità locale. Alla fiaccolata organizzata davanti alla stazione del paese infatti erano presenti solamente 400 persone sui circa 14mila abitanti di Marino. Alla manifestazione era presente anche il padre della ragazza, che ha espresso parole di amarezza:" purtroppo mi aspettavo questa partecipazione, non mi piace usare la parola schifo ma in questo momento non trovo altri termini". A confermare la teoria anche la madre che ha preferito non denunciare quanto la figlia le aveva raccontato perché "la rivelazione dei fatti avrebbe provocato un discredito nella famiglia e forse saremmo dovuti andare ad abitare in un altro paese" 

Non solo la comunità locale ma anche i parroci del paese non si sono schierati in difesa della giovane : " Sono tutte vittime, anche i ragazzi. C'è molta prostituzione e crediamo che delle volte il silenzio sia la risposta più eloquente". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Johnwest

    14 Settembre 2016 - 20:08

    ma che schifo di paese e che schifo di abitanti! Gente così bisognerebbe deportarla nello stato islamico... è il posto giusto per loro. Schifosi.

    Report

    Rispondi

  • Leopard47

    13 Settembre 2016 - 08:08

    Basta vedere la parte geografica dove succedono certe cose per capire!!!

    Report

    Rispondi

    • Satanasso

      14 Settembre 2016 - 21:09

      Garibaldi , Cavour e i 1000 pupazzi di rosso vestiti ne hanno fatte di peggio...decapitanto,stuprando,e sbudellando i calabresi e altri borbonici dello Stato Borbonico che 155 anni fa' ha perso la guerra con l'italia ed è diventata una Colonia !

      Report

      Rispondi

  • carlozani

    13 Settembre 2016 - 07:07

    In quel paese sono rimasti all'ottocento..Branco di zulù compreso quello 'str..o'del prete.

    Report

    Rispondi

  • adler0068

    13 Settembre 2016 - 00:12

    Ma la chiesa non si dice infallibile ??

    Report

    Rispondi

blog