Cerca

Taranto, arrestata tenente Francesca Mola: prima donna militare in manette per corruzione

Taranto, arrestata tenente Francesca Mola: prima donna militare in manette per corruzione

C'è anche una donna – il tenente  Francesca Mola, di 31 anni – tra gli arrestati nell'ambito dell'inchiesta condotta dalla Procura di Taranto sugli appalti della Marina Militare: nei giorni scorsi erano scattate le manette per il capitano di vascello Giovanni Di Guardo e l'imprenditore Vincenzo Pastore.

Francesca Mola – prima donna militare arrestata per questa tipologia di reati – è accusata di concorso in corruzione aggravata e turbata libertà degli incanti. il tenente, secondo gli inquirenti  per soldi, o per un contributo nella realizzazione di una villetta in via di costruzione, avrebbe partecipato alla manipolazione di una gara d’appalto per servizi di manutenzione e pulizia alla Marina Militare da 11 milioni di euro.

È la tenente di vascello a dare quello che sembra il contributo decisivo alla soluzione di ogni problema. Uno «scenario avvilente», scrive la gip di Taranto Valeria Ingenito, nel quale la Mola rivestirebbe un ruolo da protagonista. «Senza il suo apporto — osserva la giudice — sia di ruolo che professionale evidentemente l’aggiudicazione fraudolenta dell’appalto milionario non sarebbe stata possibile».

La Marina Militare "auspica che si faccia al più presto chiarezza e che si possano rapidamente chiudere le indagini e definire le posizioni di chi è coinvolto". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cicalino

    19 Settembre 2016 - 15:03

    Dov'è la notizia... ? Conoscete qualcuno di questi ufficiali dei servizi di commissariato (Maricommi) poveri ? So di un contrammiraglio che veniva chiamato "diamantino". Chissà perché....

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    19 Settembre 2016 - 14:02

    Inpossibile che in questo Paese avvenga un colpo di stato da parte dell' Esercito in quanto tutti gli alti ranghi sono collusi con la politica. Le stellette, onestamente, le hanno portate e le portano molte persone in questo paese, ma certamente non quel vivaio di elite.

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    19 Settembre 2016 - 14:02

    In questo Paese non si salva nessuno !!! La corruzione è nel DNA e quei pochi onesti per campare dovranno lasciare questo Paese o armarsi ed eliminare un tal numero di collusi che dopo di Italiani ne resterebbero ben pochi, ma sani.

    Report

    Rispondi

  • angelux1945

    19 Settembre 2016 - 12:12

    Questa storia sarà sicuramente la punta dell'iceberg delle amministrazioni militari!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog