Cerca

Violenza

"Qui non si fuma". Massacrato in metrò. Roma, ridotto in coma da due ventenni

"Qui non si fuma". Massacrato in metrò. Roma, ridotto in coma da due ventenni

In coma per aver chiesto di non fumare in metropolitana. Una vicenda agghiacciante che riguarda un 37enne romano, che domenica pomeriggio è stato aggredito in un'aggressione alla stazione della metropolitana capitolina di Piazza Bologna. Intorno alle 15.30, due giovani di 25 e 24 anni stavano fumando in un'area in cui non è consentito farlo. Il trentasettenne si è avvicinato insieme ad un'altra persona chiedendo di spegnere le sigarette. I ragazzi però si sono rifiutati, reagendo con una violenza esagerata. I ventenni sono saltati addosso ai due uomini aggredendoli a calci e pugni, tanto che il 37enne è stato trasportato d'urgenza in ospedale. Frattura della scatola cranica ed emorragia cerebrale: questi i gravissimi danni riportati dall'uomo, ora in coma e in prognosi riservata, mentre la seconda persona coinvolta ha riportato delle contusioni. Sull'aggressione indaga la Squadra Mobile, mentre i due giovani sono stati arrestati e accusati di tentato omicidio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mab

    20 Settembre 2016 - 13:01

    All'imbecille RAMADAN gli si spieghi cosa vuole dire CAMPANI !!!!!!!!

    Report

    Rispondi

    • ramadan

      20 Settembre 2016 - 22:10

      per mab20 : non ho capito cosa vuoi dire : i campani non sono italiani ? comunque dare dell'imbecille e chiedere a qualcun'altro di spiegare "cosa vuol dire campani"denota una grande imbecillità e vicinanza ai due delinquenti. attendo risposta

      Report

      Rispondi

  • mab

    20 Settembre 2016 - 11:11

    Intanto troveranno un giudice COMPASSIONEVOLE e tra poco saranno nuovamente liberi questi maiali campani. In compenso, se quacuno fosse intervenuto per difendere i malcapitati e avesse provocato lesioni ai maiali campani, quasi sicuramente sarebbe stato incriminato e avrebbe passato guai inenarrabili fra spese legali e richi di condanna civile e penale. W L'ITALIA !!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    20 Settembre 2016 - 08:08

    La Bologna di Merola.Auguri per il futuro.

    Report

    Rispondi

  • nick2

    19 Settembre 2016 - 17:05

    Casualmente questo giornaletto ha riportato la notizia, ma dovete sapere che pestaggi del genere sono all’ordine del giorno e vengono pubblicati (dai giornali di destra) solo quando i responsabili sono extracomunitari. Informatevi!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog