Cerca

Sexy

Il sexy-questore sotto attacco: la foto troppo osé sul web, ora la vogliono cacciare

Il sexy-questore sotto attacco: la foto troppo osé sul web, ora la vogliono cacciare

Non è nemmeno una foto così provocante, a dirla tutta. Ma la proprietaria delle gambe nude postate su Facebook è sotto attacco per lo scatto reputato fuori luogo, scatto in bianco e nero delle sue gambe e un fondo di gonna di pizzo. Sconvolgente? Per il sindacato di polizia sì.

Come riporta il Corriere, ad essere nel mirino di questi censori è Marilina Giaquinta, vicequestore di Catania e responsabile del servizio immigrazione della questura. La donna ha pubblicato la foto in questione sul suo profilo privato, ma Marcello Rodano, segretario provinciale del Movimento poliziotti democratici e riformisti si dev'essere parecchio indignato, tanto da scrivere una lettera di lagnanze al questore.

"Su Facebook ha ritenuto opportuno mettere alla berlina le proprie gambe, in una discutibile posa in cui anche la sottana di pizzo nera all'uopo utilizzata, profonde connotazioni conturbanti e poco consone ad un dirigente di polizia" ha scritto Rodano.

Ma nè il questore nè la stessa Giaquinta sembra stiano dando importanza alla denuncia inviperita di Rodano, che sembra piuttosto conseguenza di invidie e beghe tra colleghi. "Quella sigla rappresenta qualche centinaio di agenti in tutta Italia ed è chiarissimo che si tratta di un attacco strumentale da parte di un collega che non è più in questura a Catania. Ma non è questo il punto, perché non è stato posto un problema sindacale. È stato piuttosto un attacco medievale che mi offende come donna e come dirigente di polizia. Penso che la Polizia di Stato sia molto avanti. Tanto che i miei superiori non hanno dato alcun peso alla lettera" ha commentato il vice questore dalle gambe troppo osè.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • carlozani

    22 Settembre 2016 - 16:04

    èmai possibile che ,anche le persone ,per il ruolo che svolgono dovrebbero avere un comportamento consono e invece non resistono a farsi un selfie e pubblicarlo in in internet vuol dire che siamo messi male.

    Report

    Rispondi

  • angelux1945

    22 Settembre 2016 - 15:03

    Ma il sindacato di polizia invece di occuparsi delle gambe del vicequestore, perchè non si occupa della situazione disastrata dei poliziotti italiani?????!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • ernesto1943

    22 Settembre 2016 - 14:02

    quando la volpe non può arrivare all'uva dice che non è matura.a Marcello vai a pippe.

    Report

    Rispondi

  • begeca

    22 Settembre 2016 - 13:01

    domando andrà nelle scuole per fare conferenze su come usare Internet

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog