Cerca

La scoperta

Omicidio Ravenna, il dettaglio scabroso: il marito aveva un video della moglie con l'amante

Omicidio Ravenna, emergono nuovi dettagli: Matteo Cagnoni avrebbe registrato la moglie con l'amante

Emergono nuove indiscrezioni sull'omicidio compiuto dal dermatologo dei vip Matteo Cagnoni. Ricattava la moglie minacciando di diffondere, a familiari e conoscenti, le registrazioni audio dei suoi incontri segreti col nuovo compagno, sorpresi nell'intimità. Così, forse, era convinto di tenerla in pugno e impedirle di lasciare il tetto coniugale. 

Colpita  più volte con un bastone, il volto irriconoscibile, il cranio fracassato. Era nuda, Giulia Balestri, 40 anni, quando è stata ritrovata nello scantinato di una villa disabitata di Ravenna. Il medico era stato arrestato a Firenze dalla polizia dopo un inutile tentativo di fuga. L'uomo avrebbe giustificato la fuga dicendo di essersi impaurito alla vista della polizia, senza fare alcun riferimento a quanto accaduto alla moglie.

La polizia ha scoperto che  tra le 11 e le 13 viene portata nella villa col pretesto di dover visionare i quadri da vendere nella prospettiva dell' imminente separazione. Oscura la motivazione che ha spinto la donna ad accettare un invito in un luogo così lugubre, dopo che da mesi si sentiva terrorizzata da lui e nel contesto di una crisi di coppia tanto burrascosa. Forse proprio perché si sentiva sotto ricatto. Oppure perché era sicura che il padre dei suoi figli mai le avrebbe fatto del male. Secondo le ultime ricostruzioni l' assassino l' avrebbe sorpresa di spalle, colpendola con una prima bastonata mentre osservava uno dei dipinti, trovato macchiato di sangue. Poi lei è caduta, infatti le altre tracce alle pareti non superano i trenta centimetri d' altezza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog