Cerca

Cittadini e cittadini

Supera i limiti di velocità, l'autovelox lo becca: il grillino multato reagisce così

Supera i limiti di velocità, l'autovelox lo becca: il grillino multato reagisce così

Il consigliere regionale veneto grillino Simone Scarabel è stato multato per eccesso di velocità e multato: l'autovelox lo ha beccato a 113 km/ora in un tratto della Romea, tra Rosara e Codevigo (Padova), dove il limite era di 90 km orari. Scarabel però ha deciso di fare ricorso. Fin qui, nulla di strano. Ma è il Gazzettino a scatenare il caso: il grillino si sarebbe recato dalla polizia locale chiedendo che la multa gli venisse annullata, agendo "da politico e da cittadino". Sì, perché la carta utilizzata era quella intestata del Movimento 5 Stelle, non un dettaglio da poco. Toccato sul vivo, Scarabel ha chiesto anche tutta la documentazione relativa all'autovelox, spiegando così la propria mossa su Facebook: "Ho deciso di fare questo ricorso perché nella nostra esperienza ci siamo resi conto di una TRUFFA ENORME a danno dei cittadini da parte dello Stato. Le multe sono valide quando c'è l'omologazione e la taratura degli apparecchi. Altrimenti no". Poi, quasi a giustificarsi: "Quella contro gli autovelox o T-red irregolari è una battaglia del M5S che è stata portata avanti sia alla Camera che al Senato dai nostri parlamentari, ma finora li hanno fermati perché non sussisteva un interesse diretto. Per questo, appena ho avuto l'interesse diretto (che tradotto dal linguaggio giuridico significa: appena sono stato io stesso coinvolto da una multa all'autovelox), ho fatto il mio dovere di portavoce dei cittadini eletto nelle istituzioni: ho proceduto a richiedere i documenti (come può fare qualsiasi cittadino se, appunto, ne ha motivo) per verificare la regolarità dell'apparecchio". Santa multa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • falkrr900

    28 Settembre 2016 - 12:12

    Magari funziona anche con i clandestini, prendimo 100 clandestini, ops richiedenti asilo in attesa di valutazione,per ogni politico sinistro che quotidianamente ci spiega i valori e l'importanza dell'accoglienza e glieli mettiamo sotto casa. Ai politici sinistri con moglie e figli ne mettiamo 200, tanto per aumentare statisticamente le possibilità e poi vediamo se grazie all'interesse diretto.....

    Report

    Rispondi

  • etano

    28 Settembre 2016 - 08:08

    Qualunque cittadino ha diritto di contestare legalmente eventuali sanzioni di qualsiasi genere, nello specifico collegate alla circolazione stradale ma il compagno grillastro Scarabei si è comportato come uno che si crede potente perché quattro caproni disperati lo hanno votato e invece è un parassita esattamente come tutta la banda capitanata dal compagno Grillo Beppe di professione comico.

    Report

    Rispondi

  • etano

    28 Settembre 2016 - 08:08

    Qualunque cittadino ha diritto di contestare legalmente eventuali sanzioni di qualsiasi genere, nello specifico collegate alla circolazione stradale ma il compagno grillastro Scarabei si è comportato come uno che si crede potente perché quattro caproni disperati lo hanno votato e invece è un parassita esattamente come tutta la banda capitanata dal compagno Grillo Beppe di professione comico.

    Report

    Rispondi

  • Oscar1954

    27 Settembre 2016 - 23:11

    Ecco. Ha già capito come si fa. E questi sarebbero quelli che danno de ladri e farabutti agli altri politici.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog