Cerca

L'odissea giudiziaria

Il papà di Dudù era indagato: la fine. L'accusa crudele, che faceva ai cani

Arcore, brutta fine del cagnetto Dudù: come se ne va il barboncino del Cav

Ha dovuto aspettare cinque anni e mezzo l'ex carabiniere Lodovico Valenza per vedersi scagionato dall'accusa di maltrattamento di animali. Proprio lui che allevava cani da compagnia e che ha allevato tra gli altri i genitori del barboncino di Silvio Berlusconi, Dudù. Il tribunale di Udine lo ha assolto e ha disposto la restituzione di tutti i cuccioli che nel 2011 gli erano stati sequestrati.

Valenza era di ritorno dalla Slovacchia con 71 cuccioli. Fermato dalla polizia, era stato chiamato un veterinario per esaminare la salute di quei cuccioli, molto piccoli e apparentemente denutriti. Così gli erano stati sequestrati e affidati ad alcune famiglie. Negli ultimi cinque anni i cuccioli sono cresciuti accuditi in case accoglienti, si sono creati dei legami molto forti, racconta il Corriere della sera, e ora le famiglie affidatarie sono pronte a dare battaglia perché i loro cani non siano riportati nell'allevamento di Valenza.

Da parte sua, il nonno di Dudù, non ha nessuna intenzione di strappare quei cagnolini dalle braccia delle famiglie: "So cosa significa privarsi di una bestiola, i sentimenti in gioco sono forti. Se le famiglie saranno collaborative glieli lascerò". Magari un intervento di Dudù in prima persona potrebbe aiutare a mettere tutti d'accordo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kufu

    11 Ottobre 2016 - 14:02

    Papà indagato e Papi pure. Povero Dudù

    Report

    Rispondi

blog